Attendere: caricamento in corso

 

Benvenuto su www.orangeroad.it. Oggi è martedì 21 novembre 2017, ore

   

KOR Forum > ALTRE SERIE > SUB ITA O ITA?

Messaggi: 25    Letture: 378

ALTRE SERIE > SUB ITA O ITA?

< Discussione precedente

Mostra i posts dal più recente al primo

Discussione successiva >

ALESSANDRO

Messaggio numero 23521

Creato il: 30/03/2011
22:11:46

Modificato il: 30/03/2011
22:51:18

me lo chiedevo da qualche tempo... tra un anime in versione doppiata in italiano e lo stesso anime in versione originale con sottotitoli in italiano (o anche in inglese eventualmente), quale preferite? quali ragioni vi spingono a guardare una delle due piuttosto che l`altra?
ci sono distinguo? intendo, magari a seconda dell`anime cambiate le vostre preferenze?

per quanto mi riguarda dico in sintesi che, tranne gli anime con cui sono cresciuto, a cui mi sono affezionato con certe voci, preferisco decisamente la versione sottotitolata, perché mi piace sentire le voci originali, mi piace essere immerso il più possibile in quello che è il progetto originale, comprese le voci scelte, con i loro timbri e inflessioni. anche perché spesso chi realizza i sottotitoli si mantiene più fedele all`originale rispetto alle versioni doppiate, forse perché talvolta chi doppia pensa che cmq chi vedrà l`anime sentirà solo quella versione e, non potendola confrontare con l`originale, non si lamenterà di eventuali eccessive “libertà“ (questo magari soprattutto in passato, prima che si diffondesse internet).

poi è ovvio che anche le versioni subbate presentano delle problematiche, che allontanano alcuni, in primis il fatto di dover prestare parte della propria attenzione al testo, costringendo qualche volta a rivedere una scena perché magari ci si era persi un dettaglio.

(MESSAGGIO MODIFICATO IL 30/03/2011 22:51:18)

------------------

alessandro - il crimine non vincerà

 
 

ABCB73

Messaggio numero 23523

Creato il: 31/03/2011
09:23:03

Mah, se ho visto prima il subbato divento molto schizzinoso col doppiaggio italiano.
Il caso più emblematico per me è Byousoku 5 centimeter (5 centimetri al secondo), mi è piaciuto talmente tanto che ogni inflessione diversa (naturalmente mi riferisco a quelle che ricordo) dei doppiatori un pò mi infastidisce, poi mancano i suffissi e le voci non mi garbano...
Ma ci sono anche lavori ottimi come Porco Rosso, dove mi mancano alcune cose come le voci jappo che dicono “porcellino“ , “poorco“ oppure usano parole italiane , ed ancora engine-chan che diventa motoruccio, etc... Poco più che dettagli e comunque “robe“ da appassionato.
Altro discorso sono poi gli urli dei doppiatori giapponesi o la grande varietà di timbro vocali delle giapponesi che vanno da vocine bambinesche a toni scruschi da virago.
In conclusione ti dò ragione, è più bello vedere un subbato, il contatto con l'opera origininale così com'è stata creata è un valore aggiunto. Il mio problema è che da molto mesi non ho voglia di leggermi i sottotitoli e praticamente ho sospeso i subbati ... ma questo è un altro discorso.

------------------

prima, ora ed in futuro, NO alla fissione nucleare

 
 

FREDERIK

Messaggio numero 23524

Creato il: 31/03/2011
09:46:03

MESSAGGIO CITATO (alessandro)

me lo chiedevo da qualche tempo... tra un anime in versione doppiata in italiano e lo stesso anime in versione originale con sottotitoli in italiano (o anche in inglese eventualmente), quale preferite? quali ragioni vi spingono a guardare una delle due piuttosto che l`altra?
ci sono distinguo? intendo, magari a seconda dell`anime cambiate le vostre preferenze?

per quanto mi riguarda dico in sintesi che, tranne gli anime con cui sono cresciuto, a cui mi sono affezionato con certe voci, preferisco decisamente la versione sottotitolata, perché mi piace sentire le voci originali, mi piace essere immerso il più possibile in quello che è il progetto originale, comprese le voci scelte, con i loro timbri e inflessioni. anche perché spesso chi realizza i sottotitoli si mantiene più fedele all`originale rispetto alle versioni doppiate, forse perché talvolta chi doppia pensa che cmq chi vedrà l`anime sentirà solo quella versione e, non potendola confrontare con l`originale, non si lamenterà di eventuali eccessive “libertà“ (questo magari soprattutto in passato, prima che si diffondesse internet).

poi è ovvio che anche le versioni subbate presentano delle problematiche, che allontanano alcuni, in primis il fatto di dover prestare parte della propria attenzione al testo, costringendo qualche volta a rivedere una scena perché magari ci si era persi un dettaglio.

Straquoto, la penso esattamente come te

------------------

frederik

 
 

ALESSANDRO

Messaggio numero 23529

Creato il: 31/03/2011
11:38:13

Modificato il: 31/03/2011
13:14:00

MESSAGGIO CITATO (abcb73)

Ma ci sono anche lavori ottimi come Porco Rosso, dove mi mancano alcune cose come le voci jappo che dicono “porcellino“ , “poorco“ oppure usano parole italiane , ed ancora engine-chan che diventa motoruccio, etc... Poco più che dettagli e comunque “robe“ da appassionato.

per non parlare della ragazzina che dice e talora urla: “Poruko!“. impagabile.
p.s.: spero che non sia vero che facciano il seguito, il film era così perfetto e compiuto in sé che sarebbe un peccato vedere un`appendice di sapore commerciale.

(MESSAGGIO MODIFICATO IL 31/03/2011 13:14:00)

------------------

alessandro - il crimine non vincerà

 
 

OCEAN81

Messaggio numero 23533

Creato il: 31/03/2011
13:17:14

Personalmente...dipende...nel senso, il Giapponese, è SEMPRE migliore, quindi di idea preferisco l'originale, sempre che i sub siano ben fatti...
Alcuni lavori, ma purtroppo molto pochi ormai, sono ottimi anche da doppiati, ad esempio Code Geas, che ha lo stesso cast di KOR, e la stessa direzione di doppiaggio è eccellente, lo stesso Kor Dynamic, o molte vecchie serie anni 70-80 avevano doppiaggi, magari con adattamenti fatti male, ma cmq molto molto buoni...
Come dice Eugenio Shin Mazinger, mi è parso davvero buono, e aveva proprio il sapore dei doppiaggi ben riusciti dei primi anni 80...
Per il resto è pieno di scempi quasi inascoltabili in giro...sia come adattamento che come doppiaggio...

------------------

Con quei due sgonfiotti li....

 
 

OCEAN81

Messaggio numero 23535

Creato il: 31/03/2011
13:53:09

MESSAGGIO CITATO (--autore non più registrato--)

Non mi stupirei del fatto che a molti piaccia il “subbato“ anche per la semplice ragione che è GRATUITO,nascondendo tale motivazione dietro la scusa dell'adattamento e/o doppiaggio pessimo!
In fondo siamo in Italia!

No beh dai...subbato cmq, vuol dire NON PUBBLICATO...il resto si chiama PIRATA...

------------------

Con quei due sgonfiotti li....

 
 

ABCB73

Messaggio numero 23559

Creato il: 02/04/2011
10:08:53

Modificato il: 02/04/2011
10:15:03

MESSAGGIO CITATO (haranbanjo)

Dubito che la pirateria sia il primo motivo dello scarso mercato degli anime in Italia, ce n`è un altro più grande secondo me che è il principale, e cioè il prezzo elevato del prodotto se raffrontato con le tasche del suo target principale (teenagers/20-25enni).
....
E` un peccato, ma purtroppo è cosi.
Il prodotto quei soldi li vale assolutamente, c’e lavoro e costi dietro ecc ecc ecc, è fuori discussione, ma resta che non sono allineati con le tasche del principale mercato di riferimento su detto, ecco perché vendono poco; é lo stesso problema che c’era negli anni ’90 con i CD e ben prima dell’avvento generalizzato di internet; i discografici si lamentavano ma intanto i cd stavano a 30mila lire, ben lontani dalle possibilità della gente se non di comprarli sporadicamente..non a caso per un periodo abbassarono i prezzi di brutto e le vendite si impennarono per un po’..

La mia NON è una critica a chi di dovere (leggi Y video) che farà quel che puo`, è la constatazione di un dato credo oggettivo…non so quale sia la soluzione, ma sparare solo sugli acquirenti e sulla pirateria è parlare del problema parzialmente.
La pirateria per carità centra eccome, ma bada bene è al contempo sia causa ulteriore di quanto su detto, ....

Concordo in buona parte con quanto dici Haran, il rapporto causa effetto non è una formulina semplice ma un discorso complicato che si arrotola su se stesso...
Ma diciamo che il discorso di Eugenio, comprensibile e veritiero (anche se rude ), è off topic. Alessandro aveva solo chiesto cosa preferiamo tra subbati e tradotti. Passiamo dal “purista“ Frank allo “annoiato“ Eugenio (mi ci aggiungo anch`io che, come ho detto, da tempo mi compatisco poco i sub per i gli stessi suoi motivi).
Posso solo aggiungere che due dei grandi pregi dei subbati sono:
- permetterci di comprendere appieno certi parcolari laddove la traduzione per motivi di ... come dire... fluidità e necessità di semplificazione, taglia per rendere più immediati (o di più ampia comprensione) certi aspetti alla maggior parte degli utenti, scontentando appassionati come noi.
- consentirci di vedere opere meritevoli o bellissime che per esigenze di mercato o scelte aziendali, purtroppo, non arriveranno mai in Italia.

(MESSAGGIO MODIFICATO IL 02/04/2011 10:15:03)

------------------

prima, ora ed in futuro, NO alla fissione nucleare

 
 

ABCB73

Messaggio numero 23561

Creato il: 02/04/2011
11:04:31

Modificato il: 02/04/2011
11:09:46

MESSAGGIO CITATO (--autore non più registrato--)

Non credo si OFF TOPIC!
Di fronte alla domanda “cosa preferite?“ o si risponde A o B (e la domanda lascia quindi il tempo che trova) o si cerca di andare in profondità per capire i motivi e le dinamiche che spesso fanno scegliere una cosa piuttosto che l'altra.
Io non mi definirei “annoiato“ ma piuttosto “distratto“! Infatti credo che il “sub“ distolga spesso e volentieri dai particolari dell'animazione.Da qui l'esempio del libro da leggere. Poi,per carità,in assenza della versione italiana,mi faccio andare bene anche il subbato (Vedi seconda stagione e film di Haruhi)!
Volevo solo accendere la discussione portandola anche sul discorso causa/effetto che certe scelte determinano. Tutto qui!

E` un pò di tempo che sei molto letterale e critico Eugenio!
Ho scritto che il tuo discorso ci sta, per off topic intendevo il fatto di convogliare troppo la discussione sulla pirateria quando Alessandro, da quanto avevo capito, chiedeva sì le motivazioni della scelta tra subbato e non, ma sopratuttto in merito al gusto personale ed al modo in cui preferiamo vedere/capire un`opera.
Ora comincio con i puntini sulle i, preparati!
[nota: la parte del post che segue è inutile ad esclusione del sottoscritto e dell`amico Eugenio!]
- ho scritto annoiato perchè hai detto che i sub ti fanno addormentare, uno distratto in genere pensa ad altro, uno che dorme o è stanco o è annoiato (non è una verità assoluta);
- so che il doppiaggio di Byousoku 5 centimeter era di seconda mano ma questo non mi interessa perchè rimane il fatto che certe cose non mi sono piaciute ;
- ti piace il mio avatar o hai da ridire anche su quello!
- hai contato le t in sopratuttto?
- sto scherzando e lo sai, ma lo scrivo lo stesso!!

(MESSAGGIO MODIFICATO IL 02/04/2011 11:09:46)

------------------

prima, ora ed in futuro, NO alla fissione nucleare

 
 

OCEAN81

Messaggio numero 23562

Creato il: 02/04/2011
12:19:25

...Questi son discorsi complessi...e andrebbero scissi in varie parti...
Partirei con, SUB Ita,NON è pirata, il problema, poi che molte cose non arrivino, è legato al mercato, ma quanto davvero il mercato è legato al prezzo? non sono poi cosi' tanti i 20tenni che comparno anime, sono molti di piu i 30tenni ormai, o meglio, il 20tenne compra Naruto, One P. ecc...
Ad esempio, in Giappone,le serie TV in dvd, spesso vengono suddivise in uscite con UNA sola puntata per DVD, a circa 69 euro cad, quindi fate voi un po il conto...è vero che ormai le serie spesso, sono di 13-26 puntate...un Blu Ray invece costa 96 euro...eppure li il mercato va forte...ma torniamo piu vicini a noi, andiamo in francia, i prezzi sono sensibilmente piu bassi, ma neppure cosi' tanto...eppure la, hanno 100 volte la roba che arriva qui da noi....
Questo mi fa pensare che la cosa sia prima di tutto culturale...da noi, si scarica spesso e poi non si compra, xche non ce ne frega poi piu di tanto, l'amore è pari a zero o poco piu, e il mercato di conseguenza...infatti esclusi rari casi, le uscite made in italy sono low budget...
Credo che anche i prezzi fossero dimezzati la situazione non cambierebbe molto, anzi, cambierebbe solo per chi comunque gia compra anime...
Personalmente, amo l'originale, e proprio per questo storgo spesso il naso di fronte ad edizioni....ridicole...ma allo stesso tempo, sono convinto, che se l'opera merita ed è fatta bene, sia giusto pagarla, anche più di quello che costa, certi lavori sono senza prezzo...KOR ad esempio, non posso valutarlo 99 euro, la serie di KOR vale infinitamente di piu per me....e cosi' via dicendo...stesso dicorso vale per la musica e i cd in parte, ci sono dichi che ascolto e consumo, e che davvero mi danno qualcosa ogni singolo giorni, magari da anni, e magari per sempre...mica posso valutarli 20 miseri euro?

------------------

Con quei due sgonfiotti li....

 
 

ALESSANDRO

Messaggio numero 23565

Creato il: 02/04/2011
19:09:54

volevo evitare discorsi che non c'entrano, ma, già che ci sono, butto giù con 2 righe...

il discorso di eugeio non regge né sul piano pratico né sul piano teorico, ed è spam.
sul piano pratico: l'offerta di materiale scaricabile è amplissima, tanto da non dover obbligare a ripiegare sui subbati (tranne per le opere non edite in italia, ma lì semplicemente non ci sono alternative). questo già fa cadere tutto il discorso. ed era una cosa piuttosto evidente.

sul piano teorico: esempio semplice semplice... a me piace l'aragosta, mangio molto più spesso trinche di maiale perché costano di meno, ma se qualcuno mi chiede cosa io preferisca tra le due cibarie, mica gli rispondo le trinche di maiale... e anche questo mi pare ovvio.

l'una e l'altra cosa sono evidenti, per questa ragione dico che quel discorso è spam.

cmq un paio di riflessioni mi paiono obbligatorie. un tempo esistevano vhs come “attraverso il trascorrere delle stagioni“, di maison ikkoku, che servivano perlopiù come sintesi della serie per chi non poteva permettersi le vhs. onestamente, preferisco di gran lunga la situazione attuale. non m'interessa se una persona deve rinunciare, che so, a jeans griffati, ma mi dispiacerebbe se i ragazzi e onn solo loro dovessero rinunciare a opere che li fanno sognare, crescere, riflettere. ma forse io non faccio testo qui, essendo notoriamente un pericoloso comunista incendiario.

ocean ha scritto che certe cose è giusto pagarle, se il caso, anche più del loro prezzo. vero e non vero... è vero che certe cose non hanno prezzo per così dire, ma è vero anche che poi, all'atto pratico, il mezzo di fruizione di tali opere (il che non è la stessa cosa) un prezzo ce l'ha, eccome, e tante volte esageratissimo. quando comprai i dvd di kor, quasi mi diedi martellate in testa: 120 euri in totale, qualità scadente. per me il prezzo giusto, per quello che ho comprato, sarebbe stato 40 euro, cioè 12/13 euri per i dischetti (visto che, per la qualità che hanno, non valgono più del supporto fisico su cui sono stati scritti), 17/18 euro tra copertine, booklet e box, più 10 euro che abbuono perché sono magnanimo. il resto, cioè il 75%, me l'han fregato. non so se li ricomprerei.

altra cosa. per guardare kor uso copie “di back-up“ (anche perché i dvd, come è noto, già basta guardarli perché si rovinino).
una scottante rivelazione: anche lì nel materiale scaricato, pensate un po', kyo dimentica l'appuntamento con hikaru, si fa ipnotizzare da sua sorella, bacia madoka. dal punto di vista contenutistico, insomma, non si perde nulla. vale lo stesso per altre serie.

se l'intento quindi, in questo spazio che è orangeroad.it, è condividere riflessioni sugli anime che abbiamo visto, mi fa sorridere che venga tirato fuori il discorso sulla pirateria, che è ininfluente o, casomai, influisce in positivo, perché amplia l'orizzonte di chi può godere dell'opera, e quindi discuterne. se invece l'intento non è condividere, ma escludere, sulla base del metodo di fruizione, allora non so nemmeno che dire sinceramente.

se quell'opera, poi, arriviamo a definirla culturalmente rilevante (almeno per chi l'ha vista), allora mi torna in mente anche quello che mi disse un mio prof di filosofia: “la cultura è violenta nella misura in cui discrimina“. essa dev'essere id libero accesso per poter contribuire alla crescita delle persone, senza distinzioni e senza poter diventare mezzo di discriminazione.
vogliamo promuovere una cultura aperta al contributo di tutti o fare l'apologia di un modo interiormente violento di valutare le cose?
perché, in sostanza, ed al di là di chiacchiere da e-peen, la questione si riduce a questo.

se immaginiamo come possibili, sensate o ammissibili delle discriminazioni in base al mezzo di fruizione, anche se tutti, e per fortuna, hanno fruito del medesimo contenuto, di cosa stiamo parlando allora?
di edizioni deluxe? del profumo di un vinile? ok. ma allora, per piacere, non diciamo più che sono in ballo gli anime, ma solo dei feticci.

------------------

alessandro - il crimine non vincerà

 
 

ALESSANDRO

Messaggio numero 23567

Creato il: 02/04/2011
19:38:59

Modificato il: 02/04/2011
20:02:40

MESSAGGIO CITATO (--autore non più registrato--)

Sembra un discorso di HIROKI!
Il pesce d`aprile si è protratto anche al giorno successivo!
Molte cose sono volutamente OFF TOPIC!
Un po` come lo scorso anno fece ABCB! Non credevo riuscisse così!
Sumimasen!

ma va là, eugenio. giochiamo a carte scoperte. lo sappiamo tutti e due che è da un po` che c`è ruggine. il primo aprile non c`entra niente. il discorso degli originali lì non c`entrava niente e lo sai.
il discorso mi è venuto lungo. in sintesi: evitiamo moralismi, parliamo di anime, non di come li abbiamo avuti, un po` perché sarebbe un peccato non poterli vedere, un po` perché se ci attacchiamo sempre al discorso dell`originale sembra quasi che parliamo di feticci.

(MESSAGGIO MODIFICATO IL 02/04/2011 20:02:40)

------------------

alessandro - il crimine non vincerà

 
 

OCEAN81

Messaggio numero 23570

Creato il: 02/04/2011
20:47:56

Beh, ragazzi, pero' scusate...che la versione scaricata abbia gli stessi contenuti della versione originale, concordo, che poi sia la stessa cosa..no...assolutamente...c'e' chi guarda versioni pietose, di KOR, in qualità pessima, o addirittura su YouTube...e non è la stessa cosa che vederlo in DVD, la qualità è semplicemente ributtante...allo stesso modo un anime, non è ''cultura'' nel senso, che si puo avere ''scienza'' senza bisogno di anime, e per la diffusione, c'e' appunto la TV, che è alla portata di tutti...per questo Ale, concordo con te,se mi dici, che il valore dei DVD di KOR è basso, xchè la qualità yamato è pietosa, è vero, lo è, assolutamente...i dvd, intesi come supporto, che usa Yamato, sono ***a, come l'inchiosto della stampa e la carta utilizzata, è PACCOTTAGLIA al risparmio, pero', è l unica che abbiamo, e mi sta bene che venga visto in TV o comunque pagato, da chi decide di tenerlo e custodirlo, che sia come un feticcio o meno...questo non mi interessa, ma ti posso garantire, che tu come AUTORE, non parliamo di distributore, hai forte piacere, che una cosa su chii hai sudato magari sangue ti venga riconosciuta e tu, anche se in minima parte, con i diritti sia pagato per questo, è giusto e doveroso...pagare un opera serve a dare pane a gli autori e creare nuove opere...per questo personalmente sono fortemente contro la pirateria, intesa come tale, naturalmente, non mi sento in colpa se scarico K-ON o il film di Haruhi, intendiamoci....quelle dato che NON ci sono concesse in nessun modo dai nostri editori, sono opere da conoscere ad esempio, e li rientriamo nella cultura di cui parlavi..ovvero fruibile per tutti, anche se in nazioni diverse ;-)

------------------

Con quei due sgonfiotti li....

 
 

ALESSANDRO

Messaggio numero 23573

Creato il: 02/04/2011
23:58:23

MESSAGGIO CITATO (ocean81)

Beh, ragazzi, pero' scusate...che la versione scaricata abbia gli stessi contenuti della versione originale, concordo, che poi sia la stessa cosa..no...assolutamente...c'e' chi guarda versioni pietose, di KOR, in qualità pessima, o addirittura su YouTube...e non è la stessa cosa che vederlo in DVD, la qualità è semplicemente ributtante...allo stesso modo un anime, non è ''cultura'' nel senso, che si puo avere ''scienza'' senza bisogno di anime, e per la diffusione, c'e' appunto la TV, che è alla portata di tutti...per questo Ale, concordo con te,se mi dici, che il valore dei DVD di KOR è basso, xchè la qualità yamato è pietosa, è vero, lo è, assolutamente...i dvd, intesi come supporto, che usa Yamato, sono ***a, come l'inchiosto della stampa e la carta utilizzata, è PACCOTTAGLIA al risparmio, pero', è l unica che abbiamo, e mi sta bene che venga visto in TV o comunque pagato, da chi decide di tenerlo e custodirlo, che sia come un feticcio o meno...questo non mi interessa, ma ti posso garantire, che tu come AUTORE, non parliamo di distributore, hai forte piacere, che una cosa su chii hai sudato magari sangue ti venga riconosciuta e tu, anche se in minima parte, con i diritti sia pagato per questo, è giusto e doveroso...pagare un opera serve a dare pane a gli autori e creare nuove opere...per questo personalmente sono fortemente contro la pirateria, intesa come tale, naturalmente, non mi sento in colpa se scarico K-ON o il film di Haruhi, intendiamoci....quelle dato che NON ci sono concesse in nessun modo dai nostri editori, sono opere da conoscere ad esempio, e li rientriamo nella cultura di cui parlavi..ovvero fruibile per tutti, anche se in nazioni diverse

il valore di quei dvd è basso, molto. se uno suda per guadagnare i soldi, poi 120 euro pesano se uno si convince di averli spesi male. ciò non toglie che in assoluto la ragione non sta dalla mia parte, non lo nego. in certe cose sono pesantemente influenzato dalle mie vedute politiche, più di quanto vorrei e più di quanto forse sarebbe giusto. a proposito: k-on, 500.000 mila blu-ray disc venduti, e non è finita certo qui.

------------------

alessandro - il crimine non vincerà

 
 

< Discussione precedente

Stampa la pagina

Discussione successiva >


(Sei a pagina 1 di 1)  1

Kimagure Orange Road © Izumi Matsumoto/Shueisha/NTV/VAP/Toho/Studio Pierrot