Attendere: caricamento in corso

 

Benvenuto su www.orangeroad.it. Oggi è sabato 25 novembre 2017, ore

   

KOR Forum > PERCHÉ AMO KOR > GIORNI NOSTRI

Messaggi: 183    Letture: 787

PERCHÉ AMO KOR > GIORNI NOSTRI

< Discussione precedente

Mostra i posts dal più recente al primo

Discussione successiva >

ALE2

Messaggio numero 6178

Creato il: 30/06/2008
17:31:56

In altri topic ho visto che torna spesso fuori il discorso di KOR ambientato ai giorni nostri con internet sms ecc. quindi ho deciso di aprire un topic per discuterne. Secondo voi KOR era così romantico proprio perché ambientato negli anni 80 senza tanta tecnologia? Sarebbe altrettanto romantico se ambientato ai girni nostri? Lo amereste lo stesso?
Io sono convinto che la tecnologia renda tutto estremamente più freddo.

------------------

ale2

 
 

JOEBADG

Messaggio numero 6179

Creato il: 30/06/2008
19:23:16

MESSAGGIO CITATO (ale2)

In altri topic ho visto che torna spesso fuori il discorso di KOR ambientato ai giorni nostri con internet sms ecc. quindi ho deciso di aprire un topic per discuterne. Secondo voi KOR era così romantico proprio perché ambientato negli anni 80 senza tanta tecnologia? Sarebbe altrettanto romantico se ambientato ai girni nostri? Lo amereste lo stesso?
Io sono convinto che la tecnologia renda tutto estremamente più freddo.

Secondo me (concordando con ciò ke ho visto scritto negli altri topic) ambientato ai tempi nostri sarebbe sicuramente stato molto meno romantico... purtroppo siamo nell'epoca della comunicazione veloce e quindi anke superficiale cosa ke rende povera e sciatta anke l'esternazione dei sentimenti (vedi sms etc.)
Da un lato internet ha portato dei grossi vantaggi accorciando le distanze e facilitando la comunicazione tra persone lontane tra di loro... peccato però ke sia una comunicazione fredda fatta di cmq tat tvb tvukdb.... ecc
Immaginatevi appunto la splendida telefonata di Madoka in Ano Hi ni... fatta tramite sms ke monnezza sarebbe stata!!!!
Io dico sempre ke la generazione di quelli nati negli anni 80 è l'ultima generazione ke conosce il romanticismo.... (se ovviamente tra qualke anno parlate con qualcuno nato nei 90 vi dirà ke sono loro gli ultimi romantici... )

------------------

joebadg

 
 

MAGIKOMILAN1982

Messaggio numero 6184

Creato il: 30/06/2008
20:05:20

beh io sono nato agli inizi degli anni 80 e ti dico che da 7-8 anni a questa parte è cambiato praticamente tutto con l'aumento esponenziale della tecnologia in generale, penso che i veri romantici siano da ricercare ancora più indietro nel tempo, le storie d'amore ai nostri giorni se paragonate a quelle di KOR...beh non è neanche il caso di fare il paragone...
cmq il romanticismo per fortuna non è ancora sparito del tutto, certo che più andremmo avanti peggio sarà, ritengo che si possa essere romantici anche al giorno d'oggi, tecnologia o meno, l'amore và oltre/supera ogni cosa penso che arrossire, sentire il cuore batter più forte, emozionarsi sia ancora possibile, anzi ci credo!

------------------

MM1982

 
 

ALE2

Messaggio numero 6186

Creato il: 01/07/2008
09:46:42

MESSAGGIO CITATO (magikomilan1982)

beh io sono nato agli inizi degli anni 80 e ti dico che da 7-8 anni a questa parte è cambiato praticamente tutto con l'aumento esponenziale della tecnologia in generale, penso che i veri romantici siano da ricercare ancora più indietro nel tempo, le storie d'amore ai nostri giorni se paragonate a quelle di KOR...beh non è neanche il caso di fare il paragone...
cmq il romanticismo per fortuna non è ancora sparito del tutto, certo che più andremmo avanti peggio sarà, ritengo che si possa essere romantici anche al giorno d'oggi, tecnologia o meno, l'amore và oltre/supera ogni cosa penso che arrossire, sentire il cuore batter più forte, emozionarsi sia ancora possibile, anzi ci credo!

Hai ragione. Comunque, sarà che io sono un tipo “analogico“ (il massimo del controllo elettronico che ammetto sulla mia auto è l'ABS!), sarà che sono innamorato di quegli anni, sarà che sono nostalgico ma mi mancano quei tempi. I tempi dove computer voleva dire Comodore 64, i tempi delle lunghe telefonate da casa o in cabina, i tempi dove si sudava per un bacio, i tempi dove le dichiarazioni si facevano faccia a faccia dopo l'immane sforzo di raccogliere il coraggio (come in KOR), i tempi dove ci si parlava esprimendosi con più di 160 caratteri, i tempi dove si arrossiva davanti la persona amata che capiva subito il tuo stato d'animo senza bisogno degli “emoticons“.
Ma ve lo immaginate se in AHNK Madoka invece di telefonare a Kyosuke gli avesse mandato un sms con scritto TVB? E se Kyo avesse mollato Hikaru con un e-mail?
E quando Kyo chiama Madoka dalla cabina sotto casa sua per farsi perdonare e lei lo saluta dalla finestra? Pensate che tristezza se fosse stato uno scambio di sms.
Se invece di incotrarsi sulla scalinata si fossero incotrati in chat lei sarebbe stata Mad69 anziché la ragazza dal cappello rosso di paglia.
Io penso che la tecnologia abbia spazzato via il romanticismo e reso i rapporti freddi. Probabilmente i romantici esistono ancora ed esisteranno sempre, ma avranno vita dura. Io stesso qualche volta sono stato costretto a parlare con sms per farmi ascoltare.
Come si spiega altrimenti il fatto che non ci sia nessuna storia ambientata ai giorni nostri che almeno si avvicini alle emozioni di KOR?

P.S. ora potete anche darmi dell'antico, tanto ne vado fiero.

------------------

“analogico“ ale2

 
 

DREAM914

Messaggio numero 6190

Creato il: 01/07/2008
11:37:14

MESSAGGIO CITATO (ale2)


....Io penso che la tecnologia abbia spazzato via il romanticismo e reso i rapporti freddi. Probabilmente i romantici esistono ancora ed esisteranno sempre, ma avranno vita dura......

Ciao Ale, ti scrive un tecnico informatico/elettronco. Mi chiamo Alessandro pure io, sono nato e cresciuto a commodore64, fetta di toscano con nutella e bim bum bam. Oggi sono “immodestamente“ un buon conoscitore del mondo dell elettronica e delle telecomunicazioni ma sono anche qualcuno che riconosce in KOR forse l'ultima pennellata, la più profonda, di quei magici momenti che si scrivevano con la semplicità del cuore in quegli anni. Non so la tua età. Io sono un 1974 e il mio primo amore lo sognavo di notte, sdraiato in riva al mare a guardare stelle,ascoltando “i don't like love, cause i love you“ (sigla finale di hokuto no ken II serie) registrata dalla tv con un walkman. Il suono era l'opposto delle attuali campionature digitali in mp3 a 256Kb/sec ma le emozioni che trasmetteva il fruscio di quel nastro magnetico consumato nessun impianto bose riesce più a trasmetterlo. La tecnologia, il modo frenetico di comunicare non ha secondo me trasformato i giovani d'oggi,ma è uno strumento che è di supporto a generazioni che cresciute con valori che ormai non esistono più. L'amore per un ragazzino di 14 anni adesso e “farsi“ la piu carina della classe. Per me ai tempi era anche solo fare il tragitto dalla scuola a casa insieme a quella bambina che mi faceva vedere la realtà ovattata quando ero in sua presenza. Uno cosi ai giorni d'oggi è un “cogl....“ perchè non ci ha provato.

Stò da 16 anni con una ragazza con la quale convivo.

Vita dura per i romantici, che però acquistano sempre più valore, come pietre che diventano sempre più rare. Amo KOR e colleziono sempre più cose di questa serie perchè secondo mè, l'ultimo alito di romanticismo e di profondità lo si respira nei suoi personaggi, nei luoghi e nelle musiche. Anche l'aria in quel Anime sembra fatta di una sostanza che al giorno d'oggi è impossibile ritrovare.

Ciao antico! ...come me!

PS: La cosa che amo di più al mondo è ascoltare le musiche di KOR dai miei VINILE originali.

------------------

dream914@msn.com

 
 

JOSEPH

Messaggio numero 6191

Creato il: 01/07/2008
12:39:56

non so come mostrare la mia piu totale approvazione . è vero, oggi si sta perdendo la bussola. permettiamo a macchine e telefoni di fare quello che dovremo fare noi. sta diventando tutto piu freddo e statico, colpa di sms e e-mail.bisogna tornare indietro nel tempo......

ps. ci ho fatto il tema della maturita proprio su questo argomento

------------------

joseph

 
 

ALE2

Messaggio numero 6192

Creato il: 01/07/2008
14:06:40

MESSAGGIO CITATO (dream914)

...il mio primo amore lo sognavo di notte, sdraiato in riva al mare a guardare stelle,ascoltando “i don't like love, cause i love you“ (sigla finale di hokuto no ken II serie) registrata dalla tv con un walkman. Il suono era l'opposto delle attuali campionature digitali in mp3 a 256Kb/sec ma le emozioni che trasmetteva il fruscio di quel nastro magnetico consumato nessun impianto bose riesce più a trasmetterlo...

Non ci crederai ma (mare apparte) lo facevo anche io. Sono cresciuto gurdando i cartoni giapponesi e ascoltando Alberto Camerini. Avevo anche io una collezione di vinili con le canzoni de “i Cavalieri del Re“, i “Roking Horse“ e tanti altri. Il massimo della tecnologia era il C64 e la pianola della Casio.
A 13/14 anni il mio obbiettivo era baciare la ragazza di cui ero innamorato. Accompagnarla a casa o magari rimanere 5 minuti soli a scuola era il massimo della vita, con i compagni che ti guardavano come un eroe perché l'avevi conquistata ed invece ora, come dici tu, sembrerei uno s***to. Il top poi era la gita scolastica quando, seduti affianco sull'autobus, ascotavo le cassette sul walkman della Irradio assiene a lei. Poi ci si scambiava i diari e quando ci trovavi dentro la letterina scritta da lei facevi il duro con i compagni perché era una cosa da femminucce ma in realtà ti sembrava di toccare il cielo con un dito. A scuola poi era tutta una serie di sguardi e mezze frasi che dicevano tutto e niente (senza contare i passaparola con gli amici/amiche).
Oggi purtroppo tutto questo non c'è più, che dipenda dalla tecnologia o dalla società non lo so e non mi interessa, quello che so è che non c'è più.
Non fanno neanche più anime come KOR, quelli di oggi parlano solo di combattimenti e se prorio ci infilano qualche storia d'amore è solo una parentesi. Non come in “the 08 ms team“ (side story di gundam) che, pur parlando di guerra, dentro c'era una storia d'amore talmente bella che tutto il resto dell'anime passava in secondo piano (come i poteri di Kyosuke)

P.S. io sono targato 1979 ma siamo comunque dello stesso decennio. è bello sapere che non ci siamo ancora estinti.

------------------

ale2

 
 

CHRIS1710

Messaggio numero 6193

Creato il: 01/07/2008
15:54:22

MESSAGGIO CITATO (ale2)

Hai ragione. Comunque, sarà che io sono un tipo “analogico“ (il massimo del controllo elettronico che ammetto sulla mia auto è l'ABS!), sarà che sono innamorato di quegli anni, sarà che sono nostalgico ma mi mancano quei tempi. I tempi dove computer voleva dire Comodore 64, i tempi delle lunghe telefonate da casa o in cabina, i tempi dove si sudava per un bacio, i tempi dove le dichiarazioni si facevano faccia a faccia dopo l'immane sforzo di raccogliere il coraggio (come in KOR), i tempi dove ci si parlava esprimendosi con più di 160 caratteri, i tempi dove si arrossiva davanti la persona amata che capiva subito il tuo stato d'animo senza bisogno degli “emoticons“.
Ma ve lo immaginate se in AHNK Madoka invece di telefonare a Kyosuke gli avesse mandato un sms con scritto TVB? E se Kyo avesse mollato Hikaru con un e-mail?
E quando Kyo chiama Madoka dalla cabina sotto casa sua per farsi perdonare e lei lo saluta dalla finestra? Pensate che tristezza se fosse stato uno scambio di sms.
Se invece di incotrarsi sulla scalinata si fossero incotrati in chat lei sarebbe stata Mad69 anziché la ragazza dal cappello rosso di paglia.
Io penso che la tecnologia abbia spazzato via il romanticismo e reso i rapporti freddi. Probabilmente i romantici esistono ancora ed esisteranno sempre, ma avranno vita dura. Io stesso qualche volta sono stato costretto a parlare con sms per farmi ascoltare.
Come si spiega altrimenti il fatto che non ci sia nessuna storia ambientata ai giorni nostri che almeno si avvicini alle emozioni di KOR?

P.S. ora potete anche darmi dell'antico, tanto ne vado fiero.

Bello questo spazio nostalgia! Sono daccordo con tutti voi.Ci sono storie che hanno una collocazione temporale fondamentale perche' vengano apprezzate e narrate al meglio!Kor senza dubbio alcuno lo e' Come la maggior parte dei kor friends anche io ho vissuto tutto cio' che offrivano gli anni ottanta.Soprattuto i cartoni e la musica.Con oggi non c'e' paragone.E' vero ci sono molteplici comodita' ma sono piu'rivolte al consumismo.Te le godi poco.Gli anni ottanta personalmente li ho trovati spensierati e romantici e in kor ho potuto catturare quelle sfumature dolci\amare che il quotidiano ti offre.Ma ve lo ricordate il nonno della masterizzazione? “E' uscito il nuovo dei Queen!“ “Dai se lo prendi mi fai la cassettina“?!! E nessuno ti rompeva le balle!!Tutto sommato era un p2p anche quello Be' sono uscito fuori dal seminato!!Ma quando si parla dei bei tempi mi faccio prendere la mano Tornando al nostro kor...non credo avrebbe avuto la stessa presa se ambientato ai nostri giorni.Non riesco ad immaginarlo

------------------

chris1710

 
 

CHRIS1710

Messaggio numero 6194

Creato il: 01/07/2008
15:58:57

MESSAGGIO CITATO (ale2)

Non ci crederai ma (mare apparte) lo facevo anche io. Sono cresciuto gurdando i cartoni giapponesi e ascoltando Alberto Camerini. Avevo anche io una collezione di vinili con le canzoni de “i Cavalieri del Re“, i “Roking Horse“ e tanti altri. Il massimo della tecnologia era il C64 e la pianola della Casio.
A 13/14 anni il mio obbiettivo era baciare la ragazza di cui ero innamorato. Accompagnarla a casa o magari rimanere 5 minuti soli a scuola era il massimo della vita, con i compagni che ti guardavano come un eroe perché l'avevi conquistata ed invece ora, come dici tu, sembrerei uno s***to. Il top poi era la gita scolastica quando, seduti affianco sull'autobus, ascotavo le cassette sul walkman della Irradio assiene a lei. Poi ci si scambiava i diari e quando ci trovavi dentro la letterina scritta da lei facevi il duro con i compagni perché era una cosa da femminucce ma in realtà ti sembrava di toccare il cielo con un dito. A scuola poi era tutta una serie di sguardi e mezze frasi che dicevano tutto e niente (senza contare i passaparola con gli amici/amiche).
Oggi purtroppo tutto questo non c'è più, che dipenda dalla tecnologia o dalla società non lo so e non mi interessa, quello che so è che non c'è più.
Non fanno neanche più anime come KOR, quelli di oggi parlano solo di combattimenti e se prorio ci infilano qualche storia d'amore è solo una parentesi. Non come in “the 08 ms team“ (side story di gundam) che, pur parlando di guerra, dentro c'era una storia d'amore talmente bella che tutto il resto dell'anime passava in secondo piano (come i poteri di Kyosuke)

P.S. io sono targato 1979 ma siamo comunque dello stesso decennio. è bello sapere che non ci siamo ancora estinti.

Quoto in pieno.Non sei il solo e mai ci estingueremo

------------------

chris1710

 
 

WILLY8

Messaggio numero 6197

Creato il: 01/07/2008
21:44:31

MESSAGGIO CITATO (chris1710)

Quoto in pieno.Non sei il solo e mai ci estingueremo

Perdonatemi se non scrivo con grande frequenza, ma vi leggo sempre e tutti! purtroppo il mio lavoro mi limita molto!... cmq... Anche io sono daccordo con tutti voi ragazzi!!! è bellissimo poter trovare splendide frasi come le vostre credevo che il mio pensiero fosse quasi unico!

Mi raccomando giovedì sera non mancate che ci facciamo una bellissima chiacchierata tutti insieme!!

------------------

William

 
 

FRANCI_T

Messaggio numero 6198

Creato il: 01/07/2008
22:41:23

MESSAGGIO CITATO (dream914)

La tecnologia, il modo frenetico di comunicare non ha secondo me trasformato i giovani d'oggi,ma è uno strumento che è di supporto a generazioni che cresciute con valori che ormai non esistono più. L'amore per un ragazzino di 14 anni adesso e “farsi“ la piu carina della classe. Per me ai tempi era anche solo fare il tragitto dalla scuola a casa insieme a quella bambina che mi faceva vedere la realtà ovattata quando ero in sua presenza. Uno cosi ai giorni d'oggi è un “cogl....“ perchè non ci ha provato.

Stò da 16 anni con una ragazza con la quale convivo.

Vita dura per i romantici, che però acquistano sempre più valore, come pietre che diventano sempre più rare. Amo KOR e colleziono sempre più cose di questa serie perchè secondo mè, l'ultimo alito di romanticismo e di profondità lo si respira nei suoi personaggi, nei luoghi e nelle musiche. Anche l'aria in quel Anime sembra fatta di una sostanza che al giorno d'oggi è impossibile ritrovare.

Ciao antico! ...come me!

Un'autodichiarazione di romanticismo non è sufficiente a rendere un soggetto realmente romantico.
L'idea che ho io del romanticismo è legata alla letteratura,agli eroi epici,ai protagonisti di grandi gesta cavalleresche,all'amore gentile,agli uomini come Werter,come Jacopo Ortis,potrei andare avanti all'infinito cavalcando tutta il nostro patrimonio letterario.
Ogni tanto mi diverto a ricordare le diverse idee di romanticismo che hanno costellato ogni fase della mia vita:da bambina era il Principe Azzurro con tanto di cavallo bianco,sui 13/14 anni è diventato il Kyosuke dei sogni da incontrare tra i banchi di scuola,in adolescenza si è concretizzato nel ragazzo più carino della classe con cui ebbi la fortuna di andare agni anno alla festa al mare di fine scuola tra lunghissimi baci,all'università è diventato il campione di rugby col fisico perfetto e contemporaneamente intellettualmente molto stimolante(un meraviglioso mix di cultura,risate e.......).
Adesso che la scuola e l'università sono terminate continuo a fantasticare sull'uomo dei sogni e come lo vedo?vedo un ragazzo forte,determinato,colto,un ragazzo in grado di stupirmi con generosità, indipendenza,divertimento ma soprattutto onesto e sincero in grado di dire SEMPRE la verità nel bene e nel male.Questo ricalca in oggi il cavaliere alla Orlando,l'eroe alla Ettore,il coraggioso ed astuto Ulisse,l'innamorato Petrarca ecc...Non credo che la tecnologia costituisca un problema o rappresenti la “tomba“del romanticismo!anche un sms può contenere poche ma forti parole in grado di emozionare e far sussultare qualcuno...pensate a quando sentite in tasca la vibrazione del cell e guardate il nome che compare sullo schermo nella speranza che sia “quella persona“che tanto ci fà sognare...non è la tecnologia a cancellare il romanticismo...siamo noi a voler o meno essere romantici!a essere in grado non solo di dire “sono un romantico“ ma a comportarsi come tali, rappresentare quegli eroi,quei cavalieri che erano romantici non perchè si sprecavano in pensieri smielati,in frasi sdolcinate da diabete ma perchè avevano dei valori forti e ben radicati per i quali erano in grado persino di morire:CORAGGIO ONESTA' SINCERITA'.
La sincerità è quello che manca agli uomini del 2008, il coraggio di dire SEMPRE ed in ogni situaione la verità,non è un problema di sms o e-mail.
E' sempre uguale, da secoli:ci sono uomini forti che non hanno bisogno di paroline stucchevoli per conquistare una donna, uomini veri che agiscono e parlano o scrivono onestamente rischiando il tutto per tutto pur di dimostrare a una donna quello che sono realmente e sinceramente e poi, ahimè, dall'altra parte ci sono uomini che si dichiarano romantici,uomini a cui piace recitare il ruolo del principe azzurro,che si nascondono dietro frasi fatte o personaggi della loro infanzia ma che,in realtà,non hanno neppure il coraggio di presentarsi per quello che realmente sono!!!!Pessima categoria,mezzi uomini,senza spessore...sono le persone che rovinano il romanticismo,non la tecnologia moderna!
Tutti voi che vi dichiarate romantici lo siete o lo fate?
TU DREAM914 A QUALE CATEGORIA APPARTIENI?

------------------

franci_t

 
 

ALE_AYUKAWA

Messaggio numero 6199

Creato il: 01/07/2008
23:34:48

Io sono nata nell'89 e quindi non ho vissuto gli anni 80 ma gli anni 90. E vi posso assicurare che in ogni caso tutte le emozioni che ho vissuto prima di avere un cellulare erano le stesse che provavate voi. Il mondo non è più lo stesso. Un sms o un' e-mail fa perdere tutto il sinificato delle parole stesse, benchè importanti. ora tutto è istantaneo.
Non esiste più l'attesa logorante di quando aspettavi di vedere o sentire una persona. Se si va da qualche parte anche nel posto più sperduto al mondo puoi essere in contatto con tutti. E questo ha i suoi pro e i suoi contro.
Ma si è sempre vissuti bene anche senza il cellulare attaccato al sedere.
E questo rendev tutto più bello e più romantico. Anche perchè dire le cose era molto più difficile ma allo stesso tempo molto più emozionante.
Perchè il mondo è cambiato e non è più lo stesso. Non si hanno più sicurezze. si ha paura di amare a volte spesso. Mi è capitato di sentire questi discorsi più di una volta dai miei amici.
Nessuno si lascia più andare.
Le cose materiali sono le cose che contano di più.
E si perde il piacere di tante piccole cose. Dell'attesa di vedersi con la persona amata e di raccontare ciò che è successo. ora basta un messaggio. ma non è lo stesso,
Sarebbe tanto bello a volte staccare avere una macchina del tempo. o fermare la tecnologia.
Ci sta portando via tutte le emozioni e i sentimenti forti. E'tutto di una freddezza immane e mi spaventa.
Io tornerei volentieri indietro. La vita oggi è troppo frenetica. tutti sono troppo impegnati nel loro lavoro e nei loro affari per godersi anche solo il profumo dei fiori portati dal vento.
E quasi nessuno ha tempo da dedicare agli altri. Si è troppo presi da sè stessi. si stanno perdendo tanti valori, come quello della famiglia.
Le tappe che ognuno di noi ha vissuto vengono tute bruciate, oggi le bambine di dodici anni sono precocissime, mi spavento spesso a pensare che nemmeno io oserei mai vestirmi così o a comportarmi in un certo modo.
La tv spaccia solo programmi spazzatura. I genitori molto spesso non dedicano le attenzioni dovute ai propri bambini. E mi sconforta parecchio vedere quanti pochi bambini al giorno d'oggi riescano ad apprezzare un libro o un fumetto. TV. La tv regna sovrana nelle loro piccole testoline innocenti e ogni cosa che dice è verità.
La tv che non propone nemmeno più un programma decente per bambini.
Benchè sia contro le censure si sente la mancanza del caro buon vecchio bim bum bam, di solletico, ciao ciao mattina...
Ora non c'è più nulla... solo culi in bella mostra.
Guardo al futuro un po'demoralizzata.
ANO HI NO KAERITAI...
e con questo ho detto tutto...

------------------

Madoka Ayukawa veramente molto nostalgica

 
 

MAGIKOMILAN1982

Messaggio numero 6200

Creato il: 02/07/2008
00:23:33

francy e ale, 2 post lunghissimi ma devo dire veramente bellissimi, piacevoli da leggere e soprattutto veritieri, se fossi vicino vi manderei una rosa rossa (alla faccia del romanticismo decaduto), è bello vedere nel forum come lo spirito di KOR vive ancora nel cuore di persone di ogni età e sesso, dici bene ale, AHNK insegna

p.s.
francy che bella frecciatina, dritta dritta al bersaglio grosso...

------------------

MM1982

 
 

RHAEGAR

Messaggio numero 6201

Creato il: 02/07/2008
00:24:02

Io sono una via di mezzo fra dream914 e ale2, sono un 1978 (eh sì ho svoltato quest'anno negli -enta...).
A dire la verità non saprei proprio cosa dire a questo punto. dream914, ale2 e ale_ayukawa hanno sintetizzato al meglio il mio pensiero.

Voglio aggiungere solamente che la tecnologia non è un male, il nostro problema è che non ne facciamo un buon uso.
Il progresso e l'innovazione servono ma in campi molto importanti come la ricerca di cure per le malattie, non per avere un cellulare che fa le foto, fa da lettore mp3 e nel futuro la pasta (o magari ci permetterà di vedere KOR in giro per il mondo con tanto di rilevatore di “KOR Friends“ nei paraggi ^__^). Poi ci facciamo tanti discorsi, ma senza internet oggi non ci sarebbe il KOR Forum, e noi non saremmo qui a discutere e a conoscerci parlando del fantastico KOR.

Oggi KOR non avrebbe senso. La sua bellezza, il suo durare col passare degli anni è legato a QUEL preciso periodo nel quale è ambientato. Gli anni 80, le cordate telefoniche per trovarsi, ecc. Mi metterebbe sicuramente a disagio vedere Madoka e Kyosuke nei loro romantici momenti essere disturbati dalla suoneria del cellulare di Kyo ( magari la stessa “Night of Summerside“ o la “Sonata per Kyosuke No. 1“! ) con in bella evidenza sul quadrante “Hikaru-chan“!
Nel caso di Kyo stesso poi, il cellulare non smetterebbe mai di suonare fra Madoka, Hikaru, Manami, Kurumi, Sayuri, Hiromi, Akane senza contare Komatsu, Hatta o papà Takashi. Il povero Kyo sarebbe costretto a spegnerlo per starsene in pace 5 minuti con Madoka....e poi Hikaru chi la sente quando gli chiede il motivo per cui il suo cellulare è irraggiungibile? Kor nel 2008 non è proprio possibile...a meno che non se ne stravolga completamente l'ambientazione con conseguenti mal di pancia (io per primo!) fra i fan.
E poi quel disegno vecchio stampo così ben curato...non lo sostituirei mai con le diavolerie computerizzate alla Era Glaciale, Pocahontas e quant'altro.

L'ultima chiosa è per franci_t. Il tuo discorso non fa una grinza, tu parli di Coraggio, Onestà e Sincerità come cardini dell'uomo romantico. Su Onestà e Sincerità non discuto, dissento solo sul Coraggio. Un uomo meno coraggioso non può essere considerato meno romantico. Pensa al povero Yusaku, pazzamente innamorato di Hikaru. I suoi sentimenti per lei sono sicuramenti più forti e più sinceri di quelli di Kyosuke ma non trova il coraggio di dichiararglieli, per questo può essere forse definito mezzo uomo? Io credo di no.

Io mi ritengo un uomo fortemente romantico (fra gli amici mi definisco un “romantico integralista“) stile anni 60 anche se non li ho vissuti. Il risultato è che persone moralmente più discutibili del sottoscritto hanno quel qualcosa in più che gli permette di precedermi e io per anni non ho saputo darmi una spiegazione. E allora delle 2 l'una. O le ragazze non badano più alla sostanza ma alla forma o noi romantici di ieri siamo diventati i “cogl...“ di oggi e quindi un “prodotto“ che non tira più. Oggi vanno di moda i “ragazzi dannati“, frutto di una generazione che ha perso dei valori (sicuramente che i genitori non hanno provveduto ad inculcargli da piccoli). Come dice Jim Carrey in un suo film “I bravi ragazzi finiscono sempre in fondo“.
Forse questo discorso non ha senso ed è solamente un piangermi addosso...eppure io ci vedo, malinconicamente, un fondo di verità.

------------------

Yusaku Hino

 
 

ALE_AYUKAWA

Messaggio numero 6204

Creato il: 02/07/2008
14:22:21

MESSAGGIO CITATO (rhaegar)

Io sono una via di mezzo fra dream914 e ale2, sono un 1978 (eh sì ho svoltato quest'anno negli -enta...).
A dire la verità non saprei proprio cosa dire a questo punto. dream914, ale2 e ale_ayukawa hanno sintetizzato al meglio il mio pensiero.

Voglio aggiungere solamente che la tecnologia non è un male, il nostro problema è che non ne facciamo un buon uso.
Il progresso e l'innovazione servono ma in campi molto importanti come la ricerca di cure per le malattie, non per avere un cellulare che fa le foto, fa da lettore mp3 e nel futuro la pasta (o magari ci permetterà di vedere KOR in giro per il mondo con tanto di rilevatore di “KOR Friends“ nei paraggi ^__^). Poi ci facciamo tanti discorsi, ma senza internet oggi non ci sarebbe il KOR Forum, e noi non saremmo qui a discutere e a conoscerci parlando del fantastico KOR.

Oggi KOR non avrebbe senso. La sua bellezza, il suo durare col passare degli anni è legato a QUEL preciso periodo nel quale è ambientato. Gli anni 80, le cordate telefoniche per trovarsi, ecc. Mi metterebbe sicuramente a disagio vedere Madoka e Kyosuke nei loro romantici momenti essere disturbati dalla suoneria del cellulare di Kyo ( magari la stessa “Night of Summerside“ o la “Sonata per Kyosuke No. 1“! ) con in bella evidenza sul quadrante “Hikaru-chan“!
Nel caso di Kyo stesso poi, il cellulare non smetterebbe mai di suonare fra Madoka, Hikaru, Manami, Kurumi, Sayuri, Hiromi, Akane senza contare Komatsu, Hatta o papà Takashi. Il povero Kyo sarebbe costretto a spegnerlo per starsene in pace 5 minuti con Madoka....e poi Hikaru chi la sente quando gli chiede il motivo per cui il suo cellulare è irraggiungibile? Kor nel 2008 non è proprio possibile...a meno che non se ne stravolga completamente l'ambientazione con conseguenti mal di pancia (io per primo!) fra i fan.
E poi quel disegno vecchio stampo così ben curato...non lo sostituirei mai con le diavolerie computerizzate alla Era Glaciale, Pocahontas e quant'altro.

L'ultima chiosa è per franci_t. Il tuo discorso non fa una grinza, tu parli di Coraggio, Onestà e Sincerità come cardini dell'uomo romantico. Su Onestà e Sincerità non discuto, dissento solo sul Coraggio. Un uomo meno coraggioso non può essere considerato meno romantico. Pensa al povero Yusaku, pazzamente innamorato di Hikaru. I suoi sentimenti per lei sono sicuramenti più forti e più sinceri di quelli di Kyosuke ma non trova il coraggio di dichiararglieli, per questo può essere forse definito mezzo uomo? Io credo di no.

Io mi ritengo un uomo fortemente romantico (fra gli amici mi definisco un “romantico integralista“) stile anni 60 anche se non li ho vissuti. Il risultato è che persone moralmente più discutibili del sottoscritto hanno quel qualcosa in più che gli permette di precedermi e io per anni non ho saputo darmi una spiegazione. E allora delle 2 l'una. O le ragazze non badano più alla sostanza ma alla forma o noi romantici di ieri siamo diventati i “cogl...“ di oggi e quindi un “prodotto“ che non tira più. Oggi vanno di moda i “ragazzi dannati“, frutto di una generazione che ha perso dei valori (sicuramente che i genitori non hanno provveduto ad inculcargli da piccoli). Come dice Jim Carrey in un suo film “I bravi ragazzi finiscono sempre in fondo“.
Forse questo discorso non ha senso ed è solamente un piangermi addosso...eppure io ci vedo, malinconicamente, un fondo di verità.

Tanto per cambiare ci troviamo nuovamente d'accordo.
Io non sono contro la tecnologia in assoluto, sono per lo sviluppo della scienza e per quanto riguarda internet mi hai tolto le parole di bocca.
Semplicemente mi rattrista che oggi la comunicazioni spesso sia limitata da un messaggio, che il più delle volte non ottiene nemmeno una risposta. Non è un discorso ipocrita il mio.
Solo che spesso nei rapporti con le persone sento la mancanza di un certo tipo di comunicazione.
Pensate a quando eravate bambini e i cellulari non c'erano. Pensate a quando d'estate incontravate qualcuno di speciale e quando le vacanze finite dovevate aspettare l'estate successiva per rivederla e quanto questa attesa fosse importante, inebriante. Al massimo ci si scambiava il numero di telefono o l'indirizzo di casa. Ma non ci si chiamava mai. si aspettava solo di vedersi. Eppure l'amicizia non era meno forte di quando ci si era lasciati.
Ricordatevi di quanto era bello riuscire a rompere il ghiaccio quando si stava davanti al ragazzo o alla ragazza che ci piaceva e confidargli/le i nostri sentimenti.
Si Franci hai ragione sul fatto che fa piacere ricevere un bel messaggio... ma è bello come sentirsi dire quelle parole sussurrate nell'orecchio della persona a cui vogliamo bene?
Io non credo.
Certo non sempre è importante il mezzo. Però... non è lo stesso, tutto qui.
Per quanto riguarda gli uomini... io preferisco i romantici... i belli e dannati sono tutto fumo e niente arrosto. I fighi non hanno mai fatto particolarmente colpo su di me.
Sono d'accordo con te Raeghar anche sul coraggio. Spesso è difficile dire ciò che si prova.
E forse...personalmente... mi intenerisce di più il ragazzo timido, che arrossisce quando ti vede, che non ha il coraggio di dirti quanto gli piaci che quello spavaldo che viene da conquistatore e se gli dici di no ti manda a quel paese.
La timidezza è anche sintomo di sensibilità e non è da considerarsi unicamente come difetto, anzi.
Probabilmente se Kyosuke fosse stato il classico figo, o un teppista, Madoka non si sarebbe mai innamorata di lui...
Raeghar... il fondo di verità c'è... ed è che al mondo è pieno di ragazze superficiali che badano solo all'aspetto... non importa poi se dal punto di vista umano è meno di zero. Basta potersi vantare con le proprie amiche. E'frustrante, lo so. Ma ci sono anche persone, e credo di essere fra quelle, che bada più al contenuto che all'involucro che lo racchiude. E i romantici e sognatori sortiscono sempre il loro bell'effetto e fanno breccia nel nostro cuore...

------------------

Madoka Ayukawa

 
 

ALE2

Messaggio numero 6206

Creato il: 02/07/2008
16:40:26

Cavolo, credevo di creare una discussione su un KOR moderno e invece ho creato un angolo revival.
Comunque non intendevo dire che i KOR-friends più giovani sono dei materialisti e noi siamo gli ultimi romantici, siamo solo nati in epoche diverse. Il romanticismo non ha età.
Che dipenda dalla tecnologia o meno non lo so, so che un sms è molto più freddo.
Mi è piaciuto il discorso di Francy ma non ti sembra esagerato aver giudicando dream914 da un post nostalgico? Sono veri i discorsi che fai sull'onestà e sul coraggio ma cosa intendi veramente per coraggio? A mio parere ci vuole più coraggio a dire “ti amo“ (onestamente) alla persona amata che affrontare un avversario pericoloso. Quand'ero più giovane di “atti coraggiosi“ (tendenti all'autodistruzione...) ne ho fatti molti, ma “ti amo l'ho detto solo 2 volte.
Non mi reputo il portabandiera degli “ultimi romantici“, non ne ho il diritto. Ma mi piaceveno i tempi in cui il rapporto era diretto. Forse hai ragione tu, la tecnologia non ha ucciso il romanticismo però lo ostacola.
Oggi se a 14 anni non ti porti a letto una ragazza alla prima uscita sei uno s***to. Ci si giura amore eterno e poi ci si lascia nel giro di qualche mese. Il “ti amo“ viene usato solo per secondi fini. è sempre il “figo teppista“ che riscuote successo, ha ragine Jim in “the Mask“.
Consideratemi pure un romantico, un nostalgico o uno s***to non mi importa. A me piacevano quei tempi in cui ci si comportava come in KOR e rispetto di più uno che non se ne approfitta a costo di apparire idiota che uno che prende in giro una ragazza con il solo scopo di aggiungere un'altra tacca.

------------------

ale2

 
 

JOSEPH

Messaggio numero 6207

Creato il: 02/07/2008
19:17:55

MESSAGGIO CITATO (rhaegar)

Io sono una via di mezzo fra dream914 e ale2, sono un 1978 (eh sì ho svoltato quest'anno negli -enta...).
A dire la verità non saprei proprio cosa dire a questo punto. dream914, ale2 e ale_ayukawa hanno sintetizzato al meglio il mio pensiero.

Voglio aggiungere solamente che la tecnologia non è un male, il nostro problema è che non ne facciamo un buon uso.
Il progresso e l'innovazione servono ma in campi molto importanti come la ricerca di cure per le malattie, non per avere un cellulare che fa le foto, fa da lettore mp3 e nel futuro la pasta (o magari ci permetterà di vedere KOR in giro per il mondo con tanto di rilevatore di “KOR Friends“ nei paraggi ^__^). Poi ci facciamo tanti discorsi, ma senza internet oggi non ci sarebbe il KOR Forum, e noi non saremmo qui a discutere e a conoscerci parlando del fantastico KOR.

Oggi KOR non avrebbe senso. La sua bellezza, il suo durare col passare degli anni è legato a QUEL preciso periodo nel quale è ambientato. Gli anni 80, le cordate telefoniche per trovarsi, ecc. Mi metterebbe sicuramente a disagio vedere Madoka e Kyosuke nei loro romantici momenti essere disturbati dalla suoneria del cellulare di Kyo ( magari la stessa “Night of Summerside“ o la “Sonata per Kyosuke No. 1“! ) con in bella evidenza sul quadrante “Hikaru-chan“!
Nel caso di Kyo stesso poi, il cellulare non smetterebbe mai di suonare fra Madoka, Hikaru, Manami, Kurumi, Sayuri, Hiromi, Akane senza contare Komatsu, Hatta o papà Takashi. Il povero Kyo sarebbe costretto a spegnerlo per starsene in pace 5 minuti con Madoka....e poi Hikaru chi la sente quando gli chiede il motivo per cui il suo cellulare è irraggiungibile? Kor nel 2008 non è proprio possibile...a meno che non se ne stravolga completamente l'ambientazione con conseguenti mal di pancia (io per primo!) fra i fan.
E poi quel disegno vecchio stampo così ben curato...non lo sostituirei mai con le diavolerie computerizzate alla Era Glaciale, Pocahontas e quant'altro.

L'ultima chiosa è per franci_t. Il tuo discorso non fa una grinza, tu parli di Coraggio, Onestà e Sincerità come cardini dell'uomo romantico. Su Onestà e Sincerità non discuto, dissento solo sul Coraggio. Un uomo meno coraggioso non può essere considerato meno romantico. Pensa al povero Yusaku, pazzamente innamorato di Hikaru. I suoi sentimenti per lei sono sicuramenti più forti e più sinceri di quelli di Kyosuke ma non trova il coraggio di dichiararglieli, per questo può essere forse definito mezzo uomo? Io credo di no.

Io mi ritengo un uomo fortemente romantico (fra gli amici mi definisco un “romantico integralista“) stile anni 60 anche se non li ho vissuti. Il risultato è che persone moralmente più discutibili del sottoscritto hanno quel qualcosa in più che gli permette di precedermi e io per anni non ho saputo darmi una spiegazione. E allora delle 2 l'una. O le ragazze non badano più alla sostanza ma alla forma o noi romantici di ieri siamo diventati i “cogl...“ di oggi e quindi un “prodotto“ che non tira più. Oggi vanno di moda i “ragazzi dannati“, frutto di una generazione che ha perso dei valori (sicuramente che i genitori non hanno provveduto ad inculcargli da piccoli). Come dice Jim Carrey in un suo film “I bravi ragazzi finiscono sempre in fondo“.
Forse questo discorso non ha senso ed è solamente un piangermi addosso...eppure io ci vedo, malinconicamente, un fondo di verità.

quanto hai ragione.è una cosa che mi sono sempre chiesto anche io. quelli che hanno successo con le ragazze sono scansafatiche, ignoranti che vengono respinti almeno 2 volte nella loro carriera scolastica...... a volte è vero il detto “valle a capire le donne“

------------------

joseph

 
 

MAGIKOMILAN1982

Messaggio numero 6208

Creato il: 02/07/2008
19:33:01

MESSAGGIO CITATO (ale2)

Mi è piaciuto il discorso di Francy ma non ti sembra esagerato aver giudicando dream914 da un post nostalgico?

credimi che ha le sue buonissime ragioni e non dico altro...

tornando in discussione me lo sono sempre chiesto anche io perchè le ragazze si innamorano sempre dei ragazzacci (passatemi il termine), quello timido, quello 'secchione', quello meno intraprendente vengono messi sempre in secondo piano, ci vuole il vecchio colpo di fulmine o altrimenti la 'bella' di turno se la prende sempre il '***tto', evidentemente c'è qualcosa che non và nella società di oggi, quando sento parlare delle vecchie storie da persone più 'anziane' (ammazza quanti '' sto usando ) mi verrebbe voglia di tornare indietro nel tempo per poter vivere delle esperienze oramai sconosciute, non sarò un nostalgico di prima linea ma la vita di oggi proprio non mi va giù

p.s.
ma in questo 3d è obbligatorio scrivere almeno 10 righe?!?

------------------

MM1982

 
 

ENKY85

Messaggio numero 6210

Creato il: 02/07/2008
20:03:50

MESSAGGIO CITATO (joseph)

quanto hai ragione.è una cosa che mi sono sempre chiesto anche io. quelli che hanno successo con le ragazze sono scansafatiche, ignoranti che vengono respinti almeno 2 volte nella loro carriera scolastica...... a volte è vero il detto “valle a capire le donne“

acuta osservazione
MA penso che sia la società d'oggi che trasmetta un'idea sbagliata.

------------------

enky85

 
 

ALE2

Messaggio numero 6211

Creato il: 03/07/2008
08:31:47

MESSAGGIO CITATO (magikomilan1982)

credimi che ha le sue buonissime ragioni e non dico altro...

In questo caso ti chiedo scusa Francy. Suppongo che qualcuno si sia preso gioco di te o che sei circondata da idioti. Non ti demoralizzare, non siamo tutti così.

P.S. stavolta sono stato più economico nello scrivere...

------------------

ale2

 
 

DREAM914

Messaggio numero 6212

Creato il: 03/07/2008
12:09:27

MESSAGGIO CITATO (franci_t)


.....TU DREAM914 A QUALE CATEGORIA APPARTIENI?

Non voglio certo portare su un forum (per quanto frequentato da persone in gamba e da magicomilan82 che sembra informatissimo sui fatti ) questioni personali. La tua “ramanzina“ me la merito tutta e non ho niente da ribadire.

Purtroppo per tutti non appartengo nè alla categoria degli eroi epici, nè a quella dei principi azzurri.....appartengo alla categoria degli esseri umani, quelli che possono sbagliare.

------------------

dream914@msn.com

 
 

CHRIS1710

Messaggio numero 6213

Creato il: 03/07/2008
15:37:11

MESSAGGIO CITATO (franci_t)

Un'autodichiarazione di romanticismo non è sufficiente a rendere un soggetto realmente romantico.
L'idea che ho io del romanticismo è legata alla letteratura,agli eroi epici,ai protagonisti di grandi gesta cavalleresche,all'amore gentile,agli uomini come Werter,come Jacopo Ortis,potrei andare avanti all'infinito cavalcando tutta il nostro patrimonio letterario.
Ogni tanto mi diverto a ricordare le diverse idee di romanticismo che hanno costellato ogni fase della mia vita:da bambina era il Principe Azzurro con tanto di cavallo bianco,sui 13/14 anni è diventato il Kyosuke dei sogni da incontrare tra i banchi di scuola,in adolescenza si è concretizzato nel ragazzo più carino della classe con cui ebbi la fortuna di andare agni anno alla festa al mare di fine scuola tra lunghissimi baci,all'università è diventato il campione di rugby col fisico perfetto e contemporaneamente intellettualmente molto stimolante(un meraviglioso mix di cultura,risate e.......).
Adesso che la scuola e l'università sono terminate continuo a fantasticare sull'uomo dei sogni e come lo vedo?vedo un ragazzo forte,determinato,colto,un ragazzo in grado di stupirmi con generosità, indipendenza,divertimento ma soprattutto onesto e sincero in grado di dire SEMPRE la verità nel bene e nel male.Questo ricalca in oggi il cavaliere alla Orlando,l'eroe alla Ettore,il coraggioso ed astuto Ulisse,l'innamorato Petrarca ecc...Non credo che la tecnologia costituisca un problema o rappresenti la “tomba“del romanticismo!anche un sms può contenere poche ma forti parole in grado di emozionare e far sussultare qualcuno...pensate a quando sentite in tasca la vibrazione del cell e guardate il nome che compare sullo schermo nella speranza che sia “quella persona“che tanto ci fà sognare...non è la tecnologia a cancellare il romanticismo...siamo noi a voler o meno essere romantici!a essere in grado non solo di dire “sono un romantico“ ma a comportarsi come tali, rappresentare quegli eroi,quei cavalieri che erano romantici non perchè si sprecavano in pensieri smielati,in frasi sdolcinate da diabete ma perchè avevano dei valori forti e ben radicati per i quali erano in grado persino di morire:CORAGGIO ONESTA' SINCERITA'.
La sincerità è quello che manca agli uomini del 2008, il coraggio di dire SEMPRE ed in ogni situaione la verità,non è un problema di sms o e-mail.
E' sempre uguale, da secoli:ci sono uomini forti che non hanno bisogno di paroline stucchevoli per conquistare una donna, uomini veri che agiscono e parlano o scrivono onestamente rischiando il tutto per tutto pur di dimostrare a una donna quello che sono realmente e sinceramente e poi, ahimè, dall'altra parte ci sono uomini che si dichiarano romantici,uomini a cui piace recitare il ruolo del principe azzurro,che si nascondono dietro frasi fatte o personaggi della loro infanzia ma che,in realtà,non hanno neppure il coraggio di presentarsi per quello che realmente sono!!!!Pessima categoria,mezzi uomini,senza spessore...sono le persone che rovinano il romanticismo,non la tecnologia moderna!
Tutti voi che vi dichiarate romantici lo siete o lo fate?
TU DREAM914 A QUALE CATEGORIA APPARTIENI?

La tua analisi Francy la trovo perfetta.Sinceramente non avrei trovato le tue stesse parole nel momento giusto.Non le avrei pensate e poi scritte come hai fatto tu,ma ricalcano alla perfezione il concetto di Uomo Sentimenti e Tecnologia che nel tempo fino ai giorni nostri si sono evoluti...e anche andati regredendo.

------------------

chris1710

 
 

JOEBADG

Messaggio numero 6218

Creato il: 03/07/2008
18:26:53

MESSAGGIO CITATO (ale2)

Cavolo, credevo di creare una discussione su un KOR moderno e invece ho creato un angolo revival.
Comunque non intendevo dire che i KOR-friends più giovani sono dei materialisti e noi siamo gli ultimi romantici, siamo solo nati in epoche diverse. Il romanticismo non ha età.
Che dipenda dalla tecnologia o meno non lo so, so che un sms è molto più freddo.
Mi è piaciuto il discorso di Francy ma non ti sembra esagerato aver giudicando dream914 da un post nostalgico? Sono veri i discorsi che fai sull'onestà e sul coraggio ma cosa intendi veramente per coraggio? A mio parere ci vuole più coraggio a dire “ti amo“ (onestamente) alla persona amata che affrontare un avversario pericoloso. Quand'ero più giovane di “atti coraggiosi“ (tendenti all'autodistruzione...) ne ho fatti molti, ma “ti amo l'ho detto solo 2 volte.
Non mi reputo il portabandiera degli “ultimi romantici“, non ne ho il diritto. Ma mi piaceveno i tempi in cui il rapporto era diretto. Forse hai ragione tu, la tecnologia non ha ucciso il romanticismo però lo ostacola.
Oggi se a 14 anni non ti porti a letto una ragazza alla prima uscita sei uno s***to. Ci si giura amore eterno e poi ci si lascia nel giro di qualche mese. Il “ti amo“ viene usato solo per secondi fini. è sempre il “figo teppista“ che riscuote successo, ha ragine Jim in “the Mask“.
Consideratemi pure un romantico, un nostalgico o uno s***to non mi importa. A me piacevano quei tempi in cui ci si comportava come in KOR e rispetto di più uno che non se ne approfitta a costo di apparire idiota che uno che prende in giro una ragazza con il solo scopo di aggiungere un'altra tacca.

E' vero ke il romanticismo non ha età ma nell'età della comuicazione veloce e superficiale c'è sempre il rischio di banalizzare anke le cose più importanti... purtroppo senza volerlo veniamo tutti influenzati!
Siamo stati abituati dalla frenesia di tutti i giorni a correre sempre e ad essere sintetici e laconici (anke colpa dei mezzi di comunicazione, primo fra tutti la banalissima tv di oggi...) e purtroppo tutto ciò rischia di influenzarci anke quando sintetici e superficiali non lo dobbiamo essere (x esempio quando diciamo ti amo?...)
Non parliamo poi delle apparenze... la superficialità porta sempre a parlare solo con la bocca e a guardare solo con gli occhi... e questo la generazione dei cellulari e di youtube lo fa benissimo... e non è colpa della tecnologia in sè ma di come la si usa (youtube è ad oggi il mezzo di comunicazione più libero ke esista, più di qualsiasi giornale o telegiornale....)
X il fatto dei ***tti... io nei 80s ero bambino ma credo ke anke in quegli anni si segnassero le “tacche“... forse non erano i ragazzi degli 80s ad essere più romantici... eri tu un eroe romantico
Arrivando Kor io credo ke sia un elogio non del romanticismo degli 80s ma del romanticismo punto, senza età... Kyosuke è in realtà un romantico isolato... i vari energumeni ke cercano di abbordare Madoka sono i giovani superficialotti e marpioni o come dici tu i “fighi teppisti“ (come anke Komatsu e Hatta in chiave ironica...)

------------------

joebadg

 
 

FRANCI_T

Messaggio numero 6219

Creato il: 03/07/2008
18:57:45

Amici del forum, sono doverose alcune precisazioni in merito a quanto ho scritto sulla mia idea di romanticismo e tecnologia:
1) iniziamo dal CORAGGIO: non mi riferivo al coraggio di esternare subito i propri sentimenti, è molto bello coltivarseli dentro e goderseli intimamente. Infatti tra i vari baluardi del romanticismo avevo citato proprio Petrarca ed i poeti dell’Amore gentile che, notoriamente, non esprimevano i loro sentimenti alle loro donne angelicate(Laura,Beatrice ecc.) ma se li custodivano dentro e li hanno espressi in meravigliose opere letterarie di cui noi siamo tutti i fortunatissimi eredi.
Il CORAGGIO a cui io faccio riferimento è fortemente legato ad ONESTA’ e SINCERITA’ perché spesso capita di incontrare persone che, per apparire o per colpire l’attenzione di qualcuno, fingono di essere diversi da quello che realmente sono. Mi spiego meglio: mi è capitato di vedere ragazze cambiare look per far colpo su un musicista alternativo di sinistra e, poi, finita la cotta per questo, diventare delle ragazzette coatte perché hanno incontrato il bullo di periferia ecc…Questo nascondere ciò che realmente si è per me equivale a pura codardia!Io sono sempre uguale a me stessa, sia che mi accompagni ad un modello francese della Hugo Boss, sia che mi accompagni ad un calciatore o ad un intellettuale…Francesca è una sola sempre in ogni situazione, coi suoi pregi ed i suoi difetti, ma ha sempre il coraggio di mostrarsi agli altri senza maschere!
2) la timidezza: è un aspetto che non mi appartiene ma non penso assolutamente che le persone timide siano codarde; difficilmente, però, riesco a giustificare a lungo un atteggiamento chiuso ed imbarazzato, lo trovo carino inizialmente ma, poi, per il mio modo di vedere e vivere la vita, bisogna lanciarsi perché si vive una volta sola e le cariche di adrenalina che si hanno mentre ci si lancia in qualcosa sono meravigliose, ti fanno sentire veramente viva…troppa timidezza, poi, diventa un limite.
3) l’aspetto fisico: mi sono sentita leggermente colpita(magari mi sbaglio)da ale_ayukawa quando imposta il discorso sulla timidezza per poi portarlo all’aspetto fisico; neppure io scelgo i miei ragazzi in base all’aspetto, neanche a me piace il ragazzo duro,spavaldo e coatto, tutto muscoli e niente cervello…anzi!come dico sempre a me piacciono le menti brillanti, le persone colte e divertenti…(ammetto che se a brillantezza e cultura si aggiunge anche un bel aspetto certo non mi tiro indietro per paura di sembrare superficiale J) .
Non credo nemmeno che solo i ragazzi “bruttini”siano timidi, anzi, mi è capitato spessissimo di incontrare “***tti” molto carini ed altrettanto timidi; ad esempio il ragazzo con cui mi vedo adesso è uno dei ragazzi più belli che abbia mai incontrato ma è timidissimo, ha lasciato sempre a me ogni genere di iniziativa e garantisco che difficilmente riceverebbe dei rifiuti se fosse più spavaldo perché, non solo è bellissimo ma è anche brillante e colto!questo per dimostrare che bellezza non vuol dire necessariamente spavalderia!
4) il mio non era un attacco personale o, meglio, visto l’argomento, visto quanto avevo letto mi è venuto spontaneo doverlo contestare in toto perché calzava a pennello,non ho saputo resistere…del resto sono una penalista, deformazione professionale…
5) Dream914 errare è umano, per carità, ma è perseverare che è diabolico, se non ridicolo!ed io, ripeto, col mestiere che faccio, non mi lascio certamente né intimidire né tantomeno abbattere da chicchessia!Magiko è mio amico, è una persona che stimo molto, un uomo brillante ed interessante e con cui mi trovo molto bene, il suo essersi introdotto nel discorso era per chiarire che non ti avevo criticato a sproposito ma, bensì, a ragion veduta!
Ora Kor friends vi saluto perché, per oggi, credo di avervi tediati abbastanza!Baci

------------------

franci_t

 
 

MAGIKOMILAN1982

Messaggio numero 6220

Creato il: 03/07/2008
20:04:12

penso che oramai si sia detto di tutto e di più...
cmq KOR sarebbe un modello da far imparare ai giovincelli (parlo dai 10-11 anni in sù visto come è cambiata la società attuale), se certi valori vengono assimilati e appresi in tempo forse qualcosa di positivo ne verrebbe fuori, in questi giorni (visto che se ne parlava così tanto nel forum) ho giusto fatto un pò di pubblicità di KOR ad amici che hanno figli ancora giovani e ho passato il primo DVD della serie...beh che dire, già in 2 mi hanno chiamato per avere tutta la serie dicendomi che hanno trovato in questo mondo animato qualcosa che manca ai 'giorni nostri' e uno mi ha detto giusto oggi che sarebbe pure una cosa assai positiva se a scuola dedicassero uno spazio a Kyo & CO, grandioso! ho pensato, se si riuscisse a diffondere lo spirito-KOR così sarebbe un gran passo avanti, se ci fosse da sottoscrivere l'idea firmerei subito senza esitazioni, per adesso la mia rimane una goccia nel mare ma sarebbe bello se a leggere queste parole fossero persone che hanno a che fare col mondo scolastico, si sà, da cosa nasce cosa, basta farla partire...
vabbè chiudo che ho passato da un pò le 10 righe aprite le porte a KOR e vedrete che non ve ne pentirete

p.s.
grazie Francy per le tue belle parole sul mio conto, forse, anzi, credo che non me le merito tutte ma mi ha fatto comunque molto piacere leggerle anche tu infondo (ma infondo infondo ) sei una persona davvero speciale ...

------------------

MM1982

 
 

< Discussione precedente

Stampa la pagina

Discussione successiva >


(Sei a pagina 1 di 8)  1 2 3 4 5 6 7 8

Kimagure Orange Road © Izumi Matsumoto/Shueisha/NTV/VAP/Toho/Studio Pierrot