Attendere: caricamento in corso

 

Benvenuto su www.orangeroad.it. Oggi è mercoledì 26 aprile 2017, ore


 

FAQ

 
 

DOWNLOAD

 
 

RICERCA

 
 

CONTATTI

 
 

CREDITI

 


IZUMI MATSUMOTO, AKEMI TAKADA, LO STUDIO PIERROT, SHIROU SAGISU

   

Anche parlando per ore dello stupendo lavoro compiuto dai realizzatori della serie TV e delle altre trasposizioni su schermo, non si dovrebbe mai dimenticare che le reali origini di KOR sono costituite dal manga, e che il suo autore, Izumi Matsumoto, ne è quindi il "padre" a tutti gli effetti. È dalla sua fantasia e abilità di disegnatore che è scaturito tutto il mondo di Orange Road.

Izumi Matsumoto è lo pseudonimo dietro cui si cela Kazuya Terashima, nato a Takaoka (provincia di Toyama), in Giappone, il 13 ottobre 1958. La sua carriera di fumettista comincia nel 1982 con la pubblicazione su Fresh Jump del fumetto "Milk Report"; ma il vero successo arriva nel 1984, con la pubblicazione, sull'omonima rivista, di una nuova commedia scolastica intitolata "Kimagure Orange Road". Il successo del manga è tale da portare alla realizzazione di una serie TV da esso tratta e alla sua successiva diffusione al di là dei confini nipponici. Matsumoto è autore anche di altre opere, fra cui "Sesame Street" (una commedia per alcuni versi simile a KOR) e "Black Moon"; inoltre si è dedicato alla realizzazione di CD-ROM, diversi dei quali dedicati a Orange Road.

Recentemente il maestro è stato colpito da una brutta malattia che lo ha debilitato per diversi mesi; sembra che comunque si sia ripreso, tant'è vero che sono cominciate a circolare voci su un suo (presunto) progetto di ripresa del progetto Orange Road. Tali voci non hanno però trovato alcuna conferma ufficiale. Nel 2007 è stato ricoverato in ospedale a causa di un incidente automobilistico. Ad oggi, le ultime pubblicazioni fumettistiche del maestro risalgono al 2001.

Il motivo per cui molti si sono appassionati alla serie TV è, oltre ovviamente la vicenda sentimentale, indubbiamente anche il dolcissimo character design (cioè stile grafico) dei personaggi, di cui è autrice la bravissima Akemi Takada. La Takada è la character designer dell'episodio pilota, della serie TV, degli OAVs e del primo film "Ano Hi Ni Kaeritai".

Akemi Takada (Tokyo, 31/03/52), che aveva già lavorato in molte altre serie animate di grandissimo successo, non solo ridisegnò i personaggi del manga per la serie animata, ma ne creò anche di nuovi, come per esempio il gatto Jingoro. Lo stile grafico che attribuisce ai protagonisti è sicuramente una delle prime cose che colpisce dei suoi lavori. La Takada ha un curriculum di tutto rispetto: si laurea alla "Tama University of Art", e nel 1977 comincia a lavorare alla "Tatsunoko Production Co. LTD", una famosa casa produttrice giapponese. Nei primi anni '80 comincia a lavorare in proprio, partecipando con la sua arte grafica alla creazione di numerosi successi di animazione, fra cui alcuni molto noti anche in Italia:

  • Urusei Yatura (Lamù)
  • Creamy Mami (L'incantevole Creamy)
  • Kimagure Orange Road (È quasi magia Johnny)
  • Maison Ikkoku (Cara dolce Kyoko)
  • The Mobile Police Patlabor

Nel 1987 la Takada fonda la Headgear assieme agli amici Mamoru Oshii, Kazunori Ito, Yutaka Izubuchi e Masami Yuki, tutti nomi notissimi nel campo dell’animazione e dei manga. Il gruppo, che deve il suo nome proprio alla Takada, è nato da veri e propri brainstorming alle terme, nei ristoranti, nelle varie occasioni d’incontro tra i cinque autori, e si è reso famoso per il franchise di Patlabor e per i due OAV di Twilight Q.

Akemi è autrice di numerosi art books, cioé raccolte di immagini tratte o ispirate dai suoi lavori. Recentemente agli art books si sono aggiunti alcuni CD-ROM. Alcuni di questi sono dedicati, ovviamente, a Orange Road. Ecco i titoli:

  • Complete Visual Works" (ArtBook 1986)
  • "Crystella" (ArtBook 1987)
  • "The Mobile Police Patlabor - Pulsation" (ArtBook 1990)
  • "World tree/Ygg Drasil" (ArtBook 1991)
  • "KOR - Triangle Labyrinth" (ArtBook 1993)
  • "Anniversary" (ArtBook 1993)
  • "The Mobile Police Patlabor - Air" (ArtBook 1993)
  • "Tir no sorcha" (ArtBook 1995)
  • "My Stella" (CD-ROM 1995)
  • "Misty Orb" (ArtBook 1996)
  • "Patlabor Eyes" (CD-ROM 1996)
  • "Mana no Memorial file" (CD-ROM 1996)
  • "Angels" (Portfolio 1998)
  • "Magical Word" (Portfolio 2000)
  • "Madoka" (2001)

Per quanto riguarda gli art books dedicati a KOR, c'è da dire che la Takada, fino alla pubblicazione di "Madoka" (marzo 2001) non ha mai raccolto ufficialmente le sue illustrazioni in alcun libro; fino a quel momento è stato però possibile ottenere delle stampe singole realizzate in occasione di alcune mostre, come la "Angels" del 1998 a Tokyo. Fra i più bei lavori della Takada ci sono quelli che l'artista ha realizzato per le numerose copertine delle varie edizioni dei CD, VHS, Laser Disc e vario materiale multimediale su KOR.

Lo Studio Pierrot è stato per circa venti anni uno dei più importanti studi giapponesi per la produzione di serie di animazione. Lo Studio ha realizzato le trasposizioni animate di Orange Road (dalla serie TV ai films).

La realizzazione della serie TV da parte dello Studio Pierrot è stata diretta da Masako Goto (direttrice delle animazioni); il suo ruolo è stato quello di coordinare i 13 disegnatori principali: Yuji Shigekuni, Yoshiaki Yanagida, Toyami Sugiyama, Sanjuro Shindaiji, Tadashi Yahata, Yoshihiko Takakura, Fumiko Kishi, Takayuki Goto (futura disegnatrice del secondo film, "Shin KOR"), Takefumi Hayashi, Keiko Hayashi, Tetsuya Yamamoto, Mayumi Watanabe, Koichi Chiaki. I 48 episodi della serie TV sono così stati disegnati da un gruppo abbastanza numeroso di professionisti. Il ruolo di Akemi Takada (la character designer) è stato invece quello di preparare delle tavole (i cosiddetti "settei") con i personaggi raffigurati in vari posizioni e con vari abiti; su queste tavole si sono basati i disegnatori di cui sopra.

Fra le realizzazioni dello Studio Pierrot figurano diversi grandi successi, notissimi anche al di fuori dei confini nipponici, e fra questi proprio KOR. Il successo dei lavori dello Studio Pierrot è derivato sicuramente anche dalla qualità degli artisti con cui ha lavorato, del calibro appunto di Akemi Takada. Fra i lavori più noti della grande casa giapponese si ricordano soprattutto:

  • Creami Mamy, The Magic Angel ("L'incantevole Creamy" in Italia)
  • Magical Emi, The Magic Star ("Magica, Magica Emi" in Italia)
  • Fancy Lala
  • Kimagure Orange Road ("È quasi magia Johnny" in Italia)

Nel novero degli autori di Orange Road rientra a pieno diritto Shirou Sagisu. È uno degli artefici del successo della serie TV. Molti hanno giudicato la colonna sonora di Orange Road una delle più belle mai scritte per una serie TV. e a ragione.

Shirou Sagisu (Tokyo, 29/08/57), figlio di un disegnatore di fumetti, ha da sempre fatto il compositore, scrivendo sia per molte serie TV di cartoni sia per compositori pop (giapponesi e non). Le serie cui ha collaborato sono state: "Attacker You" ("Mila e Shiro" in Italia) del 1984, "Genmu Senki Leda" e "Megazone 23" del 1985, "Ai City" del 1986, "Kosuke-sama Rikimaru-sama" del 1988, "Fushigi no umi no Nadia" ("Il mistero della Pietra Azzurra" in Italia) del 1989, "Macross II" del 1992, "Ushio e Tora" del 1993, "Shin Majinden" del 1994, "Evangelion" del 1995 (per cui vinse nel 1997 il prestigioso premio "Animation Kobe Award" per la migliore colonna sonora), "Garzey's Wing" del 1996, "Le situazioni di Lui&Lei" del 1998, "Abenobashi" del 2001, "BLEACH" del 2004. Finora ha lavorato in totale su 16 serie di animazione, 6 telefilm, 6 film e alcuni videogiochi ("Final Fantasy VI", "Shining Tears" del 2004 e "Shining Force Neo" del 2005), mentre come direttore di orchestra (anche in quella di Londra) ha pubblicato 9 CD ("Shirou's Songbook").

Sagisu ha scritto tutte le BGM della serie TV, del primo film e dei 8 OAVs, ma ha collaborato anche a molte delle sigle come compositore e/o arrangiatore ("Again", "Breaking Heart", "Choose me", "Furimuite MAI DAARIN", "Jeni-na", "Kogane-iro no sakamichi", "Kono mune ni one more time", "Natsu no MIRA-JU", "ORENJI MISUTERI", "Tokidoki Blue", "Yasashii jeaolusy").



Kimagure Orange Road © Izumi Matsumoto/Shueisha/NTV/VAP/Toho/Studio Pierrot