Attendere: caricamento in corso

 

Benvenuto su www.orangeroad.it. Oggi è mercoledì 26 aprile 2017, ore


 

FAQ

 
 

DOWNLOAD

 
 

RICERCA

 
 

CONTATTI

 
 

CREDITI

 


IL VIAGGIO NEL PASSATO NELLA SERIE TV

   

Gli episodi 47 e 48 della serie TV sono quelli che chiudono la vicenda di Orange Road. Narrano la vicenda relativa a un viaggio nel passato di Kyosuke, al primo amore di Madoka, a un fatidico bacio sotto ad un albero. L'interpretazione di questi due episodi ha però lasciato perplessi molti fans, a causa della difficoltà di ricondurre a una logica causa-effetto gli avvenimenti narrati. Cercheremo pertanto in questa sezione di fornirne l'interpretazione esatta.

La vicenda

Il monologo iniziale e le rivelazioni di Madoka: L'episodio 47 inizia con un monologo di Kyosuke ("È primavera... All'improvviso appare un angelo. È arrivato sulla terra silenziosamente... L'angelo si è rivolto a me e mi ha sorriso..."). Qui iniziano subito le prime presunte difficoltà di interpretazione, in quanto egli parla del suo incontro con Madoka in primavera, mentre vengono mostrate le immagini iniziali dell'episodio 1: come mai questo monologo a questo punto della serie? Evidentemente, si tratta della giusta introduzione agli avvenimenti che saranno narrati nei due episodi: la vicenda di Orange Road sta per terminare: essendo passato un anno esatto dall'incontro sulla scalinata (siamo nella primavera del 1988), è come se Kyosuke facesse nella sua mente un resoconto di questo indimenticabile anno. Visto il modo in cui questa scena termina (cioè con una dissolvenza sull'immagine di Kyosuke che dorme) potrebbe anche riferirsi a cosa il ragazzo stia sognando in quel momento.

Dopo averlo svegliato con un filo d'erba, Madoka rimane colpita dall'affermazione di Kyosuke secondo cui un riposino mattutino è l'ideale per ricaricarsi, e gli confessa che era quello che in quello stesso posto gli aveva detto una persona che 6 anni prima le aveva salvato la vita, il suo primo amore, e che le aveva dato appuntamento proprio lì e proprio in quel momento. Subito dopo, Kyosuke viene a sapere da Hikaru che sotto quell'albero fra Madoka e questo ragazzo c'era stato anche il primo bacio. Turbato e affranto, egli torna mestamente a casa. Il nonno lo sente "delirare" su qualcosa relativa a 6 anni prima, e, usando i suoi poteri, decide di spedirlo indietro nel 1982.

Lo shock e i primi incontri: Kyosuke si ritrova sempre nei pressi di casa sua, ma così com'era 6 anni prima (egli tuttavia non è ancora consapevole di aver viaggiato nel tempo, e stranamente non sembra accorgersi che il cantiere su cui atterra è proprio quello per la costruzione della "Green House", il suo condominio). In quel momento crede di vedere Madoka baciarsi con un ragazzo sotto quello stesso albero del 1988; in preda alla disperazione, corre e va a sbattere contro un ragazzino su una bicicletta, che si rivela essere il piccolo Yusaku, insieme alla piccola Hikaru. Leggendo un manifesto in un bar, Kyosuke apprende di essere nel 1982, e quindi capisce che probabilmente la ragazza che ha visto prima non è Madoka.

Nel frattempo (1988), Madoka riceve una telefonata dalla madre che vive in America, e apprende che il padre non è in buona salute, per cui decide di partire, ma non prima di aver salutato i suoi amici e, soprattutto, Kyosuke.

L'incontro con la piccola Madoka: Nel frattempo Kyosuke (1982) torna sotto l'albero e si addormenta, per essere presto svegliato da un ragazzino con un pallone; Kyosuke ripete la stessa frase che aveva detto a Madoka nel 1988. All'improvviso, compare una banda di calciatori teppisti che comincia a colpire il ragazzino con delle pallonate per costringerlo ad andare via, fino a farlo cadere in un burrone. Kyosuke non può restare a guardare (benché sappia che è pericoloso interferire con gli avvenimenti passati per il rischio di modificare il presente) e gli salva la vita facendo uso del suo potere davanti a tutti. Aiutandolo a rialzarsi, capisce che è una ragazza che veste e si comporta da maschiaccio, e che si tratta della sua Madoka del 1982; la ragazza che ha visto baciarsi con un altro era la sorella. Kyosuke le suggerisce come, secondo lui, dovrebbe comportarsi e vestirsi una ragazza.

Madoka (1988) nel frattempo è andata a casa di Kyosuke per comunicargli la sua partenza, ma ovviamente il nostro eroe non è in casa! Il nonno le chiede se desidera raggiungerlo nel posto in cui il nipote si trova in quel momento.

Il cappello di paglia rosso e l'appuntamento: Kyosuke (1982), facendo tesoro delle precedenti esperienze di viaggi nel tempo (episodio 32, "Due volte compleanno!? Kyosuke viaggia nel tempo"; episodio 38, "Kyosuke viaggia nel tempo! Tre volte Natale"), cerca di tornare nel suo presente buttandosi dalle scale, ma fallisce. All'improvviso, vede una Madoka totalmente trasformata (cappello e gonna) legata dai teppisti che prima hanno cercato di ucciderla e la salva di nuovo dalle loro mani. Kyosuke, la piccola Madoka, e i piccolissimi Hikaru e Yusaku passeggiano per la città, e a un certo punto Kyosuke decide di regalare un cappello a Madoka, che aveva perso il suo nella precedente colluttazione; entrata in un negozio, la ragazza sceglie proprio il cappello che lei stessa indosserà nell'episodio 1 del 1987: Kyosuke ha inevitabilmente modificato il suo presente e quello dei suoi amici.

Kyosuke si trova ora sotto il famoso albero, e Madoka gli dà un bacio per chiedergli poi un appuntamento: Kyosuke si ricorda quindi quanto Madoka (all'inizio dell'episodio) gli aveva detto in merito all'appuntamento di 6 anni prima.

L'arrivo dell'altra Madoka: Mentre la piccola Madoka va via, compare all'improvviso la Madoka del 1988, mandata lì dal nonno di Kyosuke: ora, Madoka e Kyosuke del 1988 si trovano entrambi nel 1982!

Kyosuke non può quindi esimersi dal parlarle dei suoi poteri per la prima volta: Madoka però accetta di essere innamorato di un ragazzo dai poteri speciali, e i due giovani si abbracciano. Sanno però che dovranno rimanere per sempre nel 1982, perché Kyosuke non è stato in grado in precedenza di riportare se stesso nel 1988. Mentre però Kyosuke va a prendere qualcosa da mangiare, cade per le scale, e dopo aver viaggiato nel tempo si ritrova (1988) su una montagna russa in compagnia di una Hikaru quattordicenne, che però gli si rivela ostile. Subito dopo incontra Komatsu e Hatta (in veste di poliziotti!) e le sue sorelle tutti in una veste inusuale e a lui ostili: sembra che nessuno lo conosca, e capisce di essere sì tornato nel 1988, ma in una dimensione parallela a quella a lui usuale.

La dimensione parallela: All'improvviso incontra per caso la Madoka di quella dimensione che lo salva da Komatsu e Hatta che lo vogliono arrestare per avergli involontariamente distrutto la macchina della polizia, ma subito dopo lei viene assalita da una banda di teppisti che, dopo aver immobilizzato Kyosuke, la portano via e tentano di violentarla; urlando a squarciagola il suo nome e usando il suo potere, Kyosuke salva però Madoka due volte: nel 1988 alternativo e nel 1982 (la Madoka adulta sente la voce di Kyosuke del 1988 alternativo e ritrae la mano che stava per dare alla sua alter ego, evitando in tal modo la distruzione). Mentre Madoka e Kyosuke ritornano all'Abcb, il ragazzo cade però dalla moto su cui viaggia guidata da Madoka, tornando così al 1982 dove in precedenza aveva lasciato la Madoka adulta. Il nonno di Kyosuke (1988) nel frattempo decide finalmente che è arrivato il momento di mandare qualcuno a riprendere i due ragazzi nel 1982 e riportarli al presente, e decide di incaricare il nipotino Kazuya, che arriva nel 1982 nello stesso momento in cui arriva Kyosuke dalla dimensione parallela.

Ritorno al 1988: Madoka e Kyosuke (1982) sono così pronti per ritornare al 1988 al momento esatto in cui era iniziato l'episodio 47. Questa volta però, il risveglio di Kyosuke si conclude con il ragazzo che "dà per la seconda volta a Madoka il suo primo bacio". Kyosuke aspetterà con ansia il ritorno di Madoka dall'America.

I significati

Andando indietro nel tempo, Kyosuke può interferire con gli avvenimenti del suo presente, ed è quello che teoricamente dovrebbe avvenire. Ma questo rapporto di causa-effetto non viene rispettato, ed è probabilmente frutto di una decisione precisa degli autori.

Per capire meglio il punto: il primo episodio avviene nel 1987, cioè 5 anni dopo il viaggio nel passato di Kyosuke; ma in effetti questo viaggio accadrà solo nel 1988, perché è in quell'anno che il protagonista viene spedito indietro dal nonno. Il problema è che nella narrazione solo a volte questo rapporto causa-effetto temporale viene rispettato.

Il cappello rosso: Il cappello che Madoka regala a Kyosuke nell'episodio 1 è in realtà un regalo che lo stesso Kyosuke le aveva fatto 5 anni prima.

Madoka conosce già Kyosuke nell'episodio 1? Se è vero che Madoka indossa il cappello, ciò significherebbe che il viaggio nel passato di Kyosuke (e quindi tutto il resto) è già avvenuto, e quindi Madoka dovrebbe già conoscere Kyosuke. Ma questo non traspare affatto dal modo in cui è narrato l'incontro sulla scalinata. Pensare che Madoka non si ricordi di Kyosuke perché è passato del tempo, o che Kyosuke non riconosca Madoka perché è cresciuta è obiettivamente assurdo. Nell'episodio 1, quindi, nonostante tutto, Madoka e Kyosuke si conoscono per la prima volta: Madoka non sta aspettando Kyosuke.

Col suo viaggio nel passato, Kyosuke modifica il suo presente? L'unica modifica al presente che sembra evidente è solo il possesso da parte di Madoka del cappello rosso (episodio 1). L'espressione "da capo" presente nel titolo dell'ultimo episodio indica che il racconto è ciclico: quello che accade nell'ultimo episodio modifica il primo e viceversa.

Che senso ha l'appuntamento a 6 anni dopo? Anche se all'inizio dell'episodio Madoka parla effettivamente di un appuntamento ricevuto proprio 6 anni prima, alla fine dell'episodio 47, né la piccola Madoka né Kyosuke si danno appuntamento a 6 anni dopo, in quanto la ragazza semplicemente chiede "ci possiamo rivedere, vero?"; è solo il ragazzo che, ricordando le parole di Madoka all'inizio dell'episodio, capisce che rivedrà una Madoka cresciuta in quello stesso posto (cioè sotto l'albero) nel 1988.

Chi è dunque a far sapere alla piccola Madoka del 1982 che rivedrà il suo Kyosuke solo nel 1988 è obiettivamente un mistero (o errore o scelta degli autori, se si preferisce).

Cosa dà origine al potere di viaggiare nel tempo? Seguendo l'intera serie, ci si accorge di come i poteri del nonno funzionino molto meglio di quelli di Kyosuke; non sempre quest'ultimo riesce ad ottenere quello che vuole. In generale, comunque, per il protagonista il potere di viaggiare nel tempo deriva da una brusca caduta nel vuoto.

Cosa si comprende dal risveglio sotto l'albero? All'inizio dell'episodio 47 (1988), Madoka sveglia Kyosuke sotto l'albero stuzzicandogli il naso con un filo d'erba; ma era la stessa cosa che aveva fatto da piccola (1982) al suo primo amore (che poi è sempre Kyosuke). La risposta che Kyosuke dà al suo risveglio è sempre la stessa ("un riposino mattutino è l'ideale per ricaricarsi"). Quando Madoka sente queste parole per la seconda volta (1988) si ricorda che erano le stesse che aveva sentito 6 anni prima dal suo primo amore, ma lei non identifica affatto quest'ultimo in Kyosuke. Notevole è il fatto che nel 1982 Madoka non sa affatto come si chiama il suo primo amore: è solo nel 1987 (episodio 1) che Kyosuke le rivela spontaneamente il suo nome.

Tuttavia, alla fine dell'episodio 48 (quando si ripete per la terza volta la scena del risveglio sotto l'albero), questa volta Madoka è a conoscenza dei poteri di Kyosuke, fra cui quello di viaggiare nel tempo. E quindi, quando parla del "meraviglioso ragazzo" del 1982 parla consapevolmente dello stesso Kyosuke che le sta davanti.

Qual è il senso di questo racconto? È chiaro che gli autori non hanno voluto seguire alla lettera le leggi dei paradossi temporali, che sicuramente passano in secondo piano di fronte al vero senso di tale viaggio nel passato: l'amore fra Kyosuke e Madoka è come predestinato: il primo amore di 6 anni fa non poteva che essere Kyosuke. Per assurdo, anche nella dimensione parallela in cui Kyosuke si ritrova dopo essere caduto dalle scale (episodio 48), sta per nascere qualcosa fra la Madoka "alternativa" e Kyosuke. In qualunque anno, posto, dimensione, Madoka e Kyosuke si ameranno.

Curiosità

Si assiste al primo incontro fra Umao e Ushiko. Inoltre nell'episodio 48, Madoka accarezza un gattino che con tutta probabilità è il piccolo Jingoro (questo fa supporre che i Kasuga lo trovino per strada appena arrivati a Tokyo e lo adottino). Appena arrivato nel 1982, Kyosuke cade davanti al cantiere che sta costruendo quella che nel 1987 sarà la sua casa, e alle sue spalle c'è il progetto appeso alla palizzata.


Kimagure Orange Road © Izumi Matsumoto/Shueisha/NTV/VAP/Toho/Studio Pierrot